Alzheimer: oggi la giornata mondiale

da , il

    Alzheimer: oggi la giornata mondiale

    Alzheimer: una bomba ad orologeria. E’ così che viene definita questa terribile patologia dagli esperti dell’Alzheimer’s Disease International, che raggruppa tutte le associazioni di categoria in 75 paesi al mondo. Si celebra oggi la 17° Giornata Mondiale di sensibilizzazione nei confronti di questa forma di demenza senile: la più diffusa. Ne soffrono in tutto il mondo almeno 25 milioni di persone con 4,6 Milioni di nuovi casi ogni anno.

    Cifre destinate a raddoppiare nei prossimi 20 anni se non si attiva un’inversione di tendenza. Ma come? Le ricerche in corso per capire le cause che provocano questa degenerazione cerebrale, sono molte, ma forse non ancora abbastanza.

    Di fatto benché siano state ipotizzate alcune interessanti teorie, si è ancora lontani da certezze. Neppure la diagnosi è facile, figuriamoci quella precoce.

    Si effettuano terapie di vario tipo, cognitive e farmacologiche, ma che hanno come unico pregio, il rallentare del decorso del Morbo di Alzheimer.

    Le manifestazioni di questo anno hanno come obiettivo l’incremento della ricerca, ma soprattutto l’assistenza e la dignità di ammalati e famiglie, troppo spesso soli. C’è un vero e proprio stigma nei confronti di questa malattia che porta a dimenticare tutto.

    Occorre creare, soprattutto in Italia, una rete assistenziale di servizi al riguardo: rete che comprenda il medico di base, le associazioni, gli specialisti, i centri di riferimento, o anche e soprattutto le strutture assistenziali, dalle diurne alle definitive, passando per un concreto supporto domiciliare.

    Per questo motivo la 17° Giornata mondiale di sensibilizzazione sulla malattia di Alzheimer ha questo titolo: “E’ tempo di agire insieme”!