Alito cattivo: consigli per sconfiggerlo

da , il

    Oggi parliamo di alito cattivo, capita a tutti, chi più chi meno, di avere questo problema o di svegliarsi con un alito terribile dopo una serata di baldorie come quelle che capitano spesso in questo periodo. Oggi vediamo vari consigli per mitigare e sconfiffere il problema dell’alito cattivo e poi i cibi che ripuliscono lingua e palato, come usare spazzolino e colluttorio senza ricorrere ad agenti aggressivi che rovinano i denti e corrodono lo smalto.

    Saverio Condò, direttore del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche dell`Università di Roma Tor Vergata ci spiega che: “La causa principale sono i batteri presenti nella bocca che generano composti volatili responsabili dell’alitosi, presenti sulla superficie della lingua e nella placca dentale. In farmacia esistono formule che contengono principi attivi capaci di rendere non volatili le molecole `maleodoranti` e quindi non più percepibili con l’olfatto“.

    La causa principale dell’alito cattivo sono i batteri presenti nella bocca, che generano composti solforati volatili che causano il cattivo odore, ma anche le carie o restauri non precisi possono provocare questo problema. Raramente l’alito cattivo è dovuto a stenosi pilorica, patologia causata da tumori, cicatrici o ulcere gastriche/duodenali che provoca la tipica puzza di uova marce. Anche alcuni farmaci come antidepressivi, ansiolitici, neurolettici e antiparkinsoniani causano l’alitosi perchè fanno diminuire la produzione di saliva.

    I cibi da evitare sono: aglio, cipolla e spezie, ma anche asparagi e formaggi come il gorgonzola e le bevande alcoliche. Se l’alito cattivo è al mattino vi consiglio di mangiare cibi solidi, frutta e di bere tanta acqua e poi di integrare con probiotici concentrati per ripristinare la flora batterica gastrointestinale. Spray, caramelle e chewing-gum invece sono utili ma coprono gli odori solo per un breve periodo.

    Ovviamente l’igiene orale è essenziale, si devono usare spazzolino, dentifricio, collutorio e filo interdentale, il collutorio deve essere specifico per l’alitosi, li trovate in farmacia.

    Foto da:

    salute24.ilsole24ore.com