Alimentazione, UE: no allo zucchero nei succhi di frutta

da , il

    Alimentazione, UE: no allo zucchero nei succhi di frutta

    Succhi di frutta senza zucchero aggiunto. E’ quanto vuole ottenere il commissario europeo per l’agricoltura Dacian Ciolos, con l’obiettivo di promuovere la qualità alimentare e la cultura del mangiar sano in Europa. La proposta del commissario prevede, nello specifico, di eliminare lo zucchero dall’elenco ingredienti consentiti per la produzione dei succhi di frutta. Se la proposta verrà approvata dal consiglio e dal parlamento europei, andrà a modificare la direttiva in vigore e le aziende produttrici dovranno adeguarsi.

    Ma non è finita qui: grazie alla nuova direttiva le aziende dovranno indicare sull’etichetta i nomi dei succhi di frutta o dei composti ottenuti da succo concentrato, o ancora se si tratta di un mix dei due prodotti. Per quanto riguarda il nettare di frutta, le industrie dovranno specificare se è stato ricavato interamente o parzialmente da frutta. I consumatori avranno così a disposizione un’informazione completa, che permetta di fare scelte intelligenti e consapevoli.

    Le nuove restrizioni proposte dalla commissione europea non sono isolate, ma rientrano in un progetto più ampio. Lo scopo è quello di promuovere tra i cittadini europei i principi di un’alimentazione sana ed equilibrata. Per arrestare la preoccupante diffusione in Europa delle malattie legate ad abitudini alimentari inadeguate, è bene che i consumatori cambino il loro modo di rapportarsi con il cibo. Un obiettivo importante, che va raggiunto con proposte simili a quella dei succhi di frutta e tante campagne di informazione e sensibilizzazione.