Alimentazione: proprietà e benefici degli agrumi

Gli agrumi sono una fonte inesauribile di nutrienti fondamentali per vivere bene e a lungo. Scopriamo insieme le proprietà benefiche di arance, pompelmi e mandarini.

Pubblicato da Lucrezio.Bove Venerdì 31 dicembre 2010

Alimentazione: proprietà e benefici degli agrumi

Vi piacciono gli agrumi? Be’, se non vi piacciono forse è il caso di iniziare a farveli piacere. Chi non mangia arance, mandarini, pompelmi e limoni rinuncia a una fonte preziosa di alcuni nutrienti fondamentali. Prima fra tutti la vitamina C, un ingrediente essenziale per aumentare i livelli di adrenalina e norepinefrina nel cervello. Questi ultimi sono i neurotrasmettitori che tengono alto il nostro livello di attenzione, mantenendoci sempre svegli e reattivi. Non esistono integratori in grado di fornire le dosi di vitamina C assimilabili grazie a un consumo regolare di agrumi.

Non è finita qui: diverse ricerche hanno comprovato la funzione preventiva degli agrumi per alcune forme neoplasie maligne a carico di stomaco e intestino. In altre parole, arance e pompelmi aiutano a prevenire il tumore: una funzione che, da sola, dovrebbe invogliarci a portarli a tavola ogni giorno.

Come se non bastasse, è stato dimostrato che una carenza di vitamina C può condizionare negativamente l’umore. Chi mangia pochi agrumi, e non compensa con altri alimenti il gap di nutrienti, rischia di essere perennemente triste e irritabile. E pensare che, secondo uno studio, bastano 60mg di vitamina C al giorno (3/4 di un pompelmo o due mandarini) per stare meglio!

Guardiamo allora più nello specifico le proprietà benefiche dei tre agrumi più apprezzati in Italia:

  • L’arancia

    E’ fonte alcuni nutrienti fondamentali: vitamina C, fibre solubili, antiossidanti e flavonoidi. Grazie a queste sostanze, l’arancia stimola l’assorbimento di ferro e aiuta il sistema immunitario a difendere l’organismo dalle infezioni (soprattutto quelle da virus di stagione, influenza in primis). I flavonoidi sono potenti antiossidanti che favoriscono e migliorano la circolazione sanguigna e combattono i radicali liberi, prevenendo l’invecchiamento.

  • Il pompelmo

    E’ fonte di potassio, vitamine C e D, flavonoidi. Questo frutto è stato oggetto di studio di alcune importanti ricerche scientifiche. Al di là delle proprietà benefiche di base (elencate sopra), vi sono alcune importanti funzioni peculiari del pompelmo, che, se inserito nella nostra dieta giornaliera, protegge e migliora la funzionalità di stomaco e polmoni; previene l’artrite, le affezioni renali, la gotta, la gastrite e permette di mantenere sotto controllo i livelli di acido urico.

  • Il mandarino:

    Fonte importante di proteine, acqua, vitamine B e C, magnesio, fosforo, selenio, calcio e pro-vitamina A. In inverno, forse più di qualsiasi altro frutto, è utile per la prevenzione dei sintomi dell’influenza (tosse e raffreddore). Come l’arancia, rafforza il sistema immunitario e aiuta a eliminare i radicali liberi, ritardando l’invecchiamento.