Alimentazione: 15 falsi miti da sfatare

Per sapere davvero cosa si mangia e imparare a mangiare meglio: ecco 15 falsi miti alimentari da conoscere.

Pubblicato da Camilla Buffoli Martedì 22 aprile 2014

Alimentazione: 15 falsi miti da sfatare

A proposito di alimentazione, 15 falsi miti, tra i più popolari, a metà strada tra le leggende metropolitane e le credenze popolari errate, da sfatare. Che sia l’ananas osannato come panacea di tutti i mali, ma soprattutto di tutte le abbuffate, o gli alimenti light come soluzione a ogni cruccio salutista, l’elenco delle convinzioni errate su cibo & co. è davvero più lungo e variegato di quanto si creda. Eccone qualche esempio significativo.

1. No al pane, sì a grissini e cracker

Grave, gravissimo errore. Forse non in termini di gusto, ma di calorie decisamente sì. Infatti, questi sostitutivi del pane troppo spesso sono assicurano un apporto calorico più elevato del previsto.

2. Formaggio per finire il pasto in bellezza

Tra detti popolari e convinzioni di vario genere, il formaggio è da molti considerato l’ingrediente fondamentale per la conclusione migliore del pasto. Sbagliato: il formaggio è un alimento particolarmente grasso, che, invece di stimolare la digestione, rischia di renderla più lenta e difficoltosa.

3. Pasta = chili di troppo

L’equazione non è sempre valida, anzi. La pasta è un ottimo alimento, che garantisce una buona dose di carboidrati. Per non renderla una bomba calorica basta non esagerare con i condimenti e con i sughi troppo elaborati.

4. Frutta in quantità per mantenere la linea

Via libera a frutta e verdura, ma con attenzione. Se la verdura non ha bisogno di troppe restrizioni, una dieta dimagrante impone, invece, di non esagerare con la frutta, perché è zuccherina, favorisce il gonfiore addominale e può rallentare la digestione.

5. Perdere peso saltando i pasti

Decisamente falso, anzi. Saltare i pasti non solo non fa dimagrire, ma rischia di rallentare il metabolismo sortendo l’effetto opposto.

6. Vietati i grassi

Da moderare, sicuramente, ma non da eliminare completamente, perché anche i grassi non possono mancare in una dieta equilibrata.

7. L’ananas brucia i grassi

Sarebbe un sogno se fosse vero, ma purtroppo l’ananas non funziona come una bacchetta magica annulla abbuffate.

8. L’acqua è solo da bere

Bere molto è importante, ma l’acqua non è solo quella che si trova in bottiglia o che scende dal rubinetto, è anche una componente importante di molti alimenti. Frutta e verdura, in particolare, sono una preziosa fonte di acqua tutta da gustare.

9. La birra fa latte

Per le future mamme amante del genere sarà un’amara scoperta, ma questo detto popolare va tacciato come falso senza possibilità di appello, perché è privo di qualsiasi fondamento scientifico.

10. Light è meglio

Non sempre, perché light non è sempre sinonimo di dietetico e privo di calorie, anzi. Quindi meglio non lasciarsi ingannare, ma leggere attentamente tutte le etichette.

11. Più pesce, più memoria

Magari. Sul fatto che il pesce faccia bene, non si discute, ma sul suo elevato contenuto di fosforo meglio rettificare. Non è così ricco di fosforo come si pensa. Infatti, ci sono alimenti che ne contengono quantità maggiori, come i legumi o la frutta secca, per esempio.

12. Acqua: meglio fredda

In realtà è meglio tiepida, perché l’acqua troppo fredda potrebbe causare una pericolosa congestione.

13. Acqua frizzante, alleata della digestione

Le bollicine piacciono, ma non migliorano la digestione. Possono darne l’illusione, forse, ma non hanno nessuna proprietà digestiva.

14. Lo zucchero e l’iperattività

Non è sempre vero, a dispetto di quanto si pensa, che il consumo di zucchero stimoli l’iperattività. Può dare una sferzata di energia, ma non molto altro.

15. No alle uova per il colesterolo

Basta evitare di esagerare e le uova, come ogni altro alimento, non vanno eliminate dalle abitudini alimentari. Un suggerimento: per una frittata o un omelette più leggera utilizzare più albumi che tuorli.