Abbronzatura: difendere la pelle dalle scottature con l’alimentazione

Siete già pronte per l’abbronzatura? Forse sì, ma bisogna stare attenti alle scottature. Per prevenire danni alla pelle dovuti ai raggi UV, bisogna mangiare frutta verdura e pesce.

Pubblicato da Paola Perria Mercoledì 13 aprile 2011

Abbronzatura: difendere la pelle dalle scottature con l’alimentazione

Prime giornate calde e siamo pronti a rinnovare l’abbronzatura. La nostra pelle, infatti, ancora spenta e pallida dai grigiori invernali, ha bisogno di riprendere colore e luminosità grazie all’effetto dei raggi solari. E’ un’esigenza del tutto naturale, che è generata sia dal desiderio di apparire più belli e sani che per sentirci meglio, visto che l’azione del sole ha benefici sul nostro organismo, aiuta a fissare la vitamina D nelle ossa, a combattere raffreddori e allergie, e migliora l’umore. Attenzione, però, alle scottature! Il sole primaverile è già molto intenso, ed esporsi ai raggi UV senza aver preparato adeguatamente la nostra cute potrebbe essere davvero molto dannoso.

La prevenzione di ustioni ed eritemi, però, comincia anzitutto a tavola. Vediamo, grazie a i consigli della dermatologa Riccarda Serri, Presidente dell’Associazione internazionale di eco dermatologia Skineco, cosa dobbiamo mangiare per agevolare l’abbronzatura e proteggere la pelle. Innanzi tutto, non possono mancare, nella nostra alimentazione, le verdure e gli ortaggi di stagione, tra i quali: pomodori, carote, peperoni, rucola, verdure a foglia verde. Naturalmente questo discorso vale anche per la frutta, via libera perciò a meloni, albicocche, ma anche mandorle e pistacchi.

Anche il pesce è utilissimo a questo scopo: merluzzo, stoccafisso, salmone, pesce azzurro in generale, sono i prodotti ittici da privilegiare. Sono tutti alimenti ricchi di quelle sostanze che servono al nostro organismo per rinforzare la pelle e rigenerare le cellule eventualmente danneggiate dai raggi solari. Il pesce, ad esempio, è ricco di Omega 3, oltre che di proteine magre, che servono per difendere le membrane cellulari e per veicolare le vitamine liposolubili in modo che possano essere assimilate, inoltre contiene iodio, necessario per trasformare il carotene in vitamina A.

Quanto agli ortaggi e alla frutta, sono svariate le loro proprietà: ad es. carote, meloni e albicocche sono pieni di provitamina A (o Betacarotene), utile per mantenere la funzionalità dei tessuti, riparare le cellule danneggiate dagli UV e favorire una intensa e omogenea abbronzatura. Peperoni, pomodori e fragole sono una fonte generosa di vitamina C, che serve per la sintesi del collagene che mantiene la nostra pelle tesa e compatta. Non dimentichiamo, poi, i condimenti, come l‘olio extravergine d’oliva, ricco di vitamina E che combatte i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare. Perciò, tante insalate e macedonie fresche, un po’ di prudenza e una buona crema solare e saremo tutti pronti per un’abbronzatura da manuale!