Vitiligine, Mara Maionchi come Michael Jackson

da , il

    Mara Maionchi vitiligine

    Vitiligine: ne soffre Mara Maionchi e lo racconta in un’intervista al settimanale Dipiù diretto da Sandro Mayer. E’ difficile pensare alla vulcanica giudice di X Factor, già importante produttrice discografica, raccontare di una sua fragilità. Eppure è così:la Maionchi ha scoperto di esserne affetta quando aveva circa 25 anni: guardandosi allo specchio, una mattina si è trovata una macchia chiara sul collo, ed ha pensato ad un fungo, ma poi i controlli dal dermatologo hanno portato alla diagnosi di vitiligine.

    Non si tratta di una malattia contagiosa o particolarmente pericolosa, certo è che crea alcune difficoltà psicologiche. Vi abbiamo già spiegato di cosa si tratta e quali sono i sintomi della vitiligine, ma vale la pena di ricordare che consiste nella mancanza di pigmento in alcune zone del corpo, che può comparire a qualunque età. Per la simpatica e brillante Mara le macchie chiare sono rimaste nascoste, non visibili. Non è stato lo stesso per il Re del Pop Michael Jackson. Con la pelle scura sono molto più visibili e pare che l’artista ne fosse stato colpito anche in volto. Da qui la de-pigmentazione del resto del corpo, di cui tanto si è parlato e stra-parlato. Effettivamente è una delle terapie praticabili, ma solo in casi rari e particolari, quale estrema ratio.

    Schiarire la pelle significa renderla più sensibile ai danni del sole e dunque ai tumori della pelle. Nell’eventualità occorre proteggere la pelle con creme solari. Esistono altre terapie per tenere sotto controllo questa malattia della pelle e consistono in farmaci o alla cosiddetta “Luce-terapia” (l’esposizione intensa agli ultravioletti sotto controllo medico); Ma come dice la stessa Mara Maionchi “la vitiligine spaventa solo chi ce l’ha”, per questo spera di non averla trasmessa alle figlie.