Virus per combattere i tumori, è la nuova frontiera della Ricerca sul cancro

da , il

    Virus lotta contro tumori

    Virus contro i tumori, è questa la nuova strada che la Ricerca sul cancro sta battendo per sconfiggere definitivamente la malattia più temuta al mondo. Siamo dunque arrivati ad un nuovo capitolo, speriamo quello conclusivo, della lotta contro il cancro, e stavolta, l’arma vincente pare siano proprio i virus, quei microbi che di solito temiamo in quanto agenti infettivi in grado di provocare malattie a loro volta. Non è la prima volta che si cerca di uccidere la cellule tumorali, arrestandone in questo modo anche la proliferazione, utilizzando questi “killer” esterni.

    Già in passato il virus dell’herpes labiale si era rivelato efficace contro il melanoma, il più diffuso tumore della pelle. Ma è scoperta recentissima quella che è riuscita a dimostrare come un’iniezione per endovena di virus sia in grado non solamente di bloccare e “bruciare” il tumore, ma anche (e soprattutto) di farlo senza intaccare le cellule sane e, quindi, senza effetti collaterali.

    I ricercatori dell’Università di Ottawa (Canada) hanno infatti testato su 23 pazienti oncologici, un mix virale (JX-594) per via endovenosa, in dosi differenti per valutarne efficacia ed eventuali controindicazioni. Ebbene, i malati a cui erano state inoculate dosi maggiori di virus, hanno potuto constatare una stabilizzazione, al peggio, e una riduzione, al meglio, del loro tumore.

    Gli effetti collaterali, poi, si sono rivelati risibili, un lieve malessere simile a quello influenzale, della durata di meno di 24 ore. “E’ la prima volta nella storia medica – ha commentato John Bell, autore dello studio – che i virus, somministrati per endovena, si replicano in maniera consistente e selettiva nei tessuti neoplastici.

    Non solo, ma i tumori, infettati dai virus, esprimono anche geni estranei, veicolati da questi ultimi, che possono rappresentare un bersaglio di nuove terapie. I virus oncologici sono unici, perché possono aggredire il tumore in molti modi, hanno pochi effetti collaterali, a confronto con altri trattamenti, e possono essere personalizzati e adattati a diversi tipi di cancro”. Davvero un’ottima notizia, speriamo che si possa sviluppare al più presto in una vera terapia oncologica vincente.