Varicella: ecco perchè gli esperti raccomandano il vaccino

da , il

    Vaccino varicella bimbo

    La varicella colpisce in Italia una persona al minuto, per un totale di mezzo milione di nuovi casi registrati ogni anno. Tra questi, 20mila rischiano di sviluppare complicanze pericolose, come infezioni batteriche, otiti, polmoniti, encefalite e altri problemi del sistema nervoso centrale. Con il caldo il virus della varicella (varicella-zoster) dilaga ancora più rapidamente, per questo in estate si assiste a un drastico aumento dei contagi. “Meglio prevenirla con la profilassi, meno disagi e più risparmi per il Sistema sanitario nazionale” suggeriscono gli esperti.

    A rischiare di più sono i bambini e i teenager con più di 12 anni. Il modo migliore per non contrarre il varicella-zoster è il vaccino, raccomandato dalla Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (SIP) e da altre importanti associazioni pediatriche. La prevenzione è più importante di quanto si creda: la varicella, infatti, può sembrare poco pericolosa, “ma nel 3-5% dei casi i bambini che la contraggono vanno incontro ad altre malattie infettive o a disturbi del sistema nervoso centrale (atassia cerebellare, encefalite)” parole di Alberto Ugazio, presidente della SIP, che conclude “questa situazione è in gran parte prevenibile con il vaccino”.

    All’appello delle associazioni italiane si uniscono anche l’Organizzazione mondiale della sanità e l’European Working Group on Varicella, che raccomandano da sempre la vaccinazione. Una soluzione che farebbe bene agli italiani e anche alle casse del sistema sanitario nazionale, considerando che i ricoveri per i casi aggravati di varicella costano allo stato quasi 100 milioni di euro ogni anno.