Una schiena da accarezzare

da , il

    schiena donna

    Nascosta sotto strati di abiti, con l’estate, e in vacanza soprattutto, la schiena torna a essere protagonista: un abito scollato e la prova bikini richiedono una schiena a prova di carezza, con pelle liscia, morbida e curata e linee definite. Spesso, però, non è così: l’età, in primis, ma anche il sovrappeso e la mancanza di una regolare attività fisica possono causare lassità cutanea, accumuli adiposi, smagliature. Per tornare a sfoggiare una schiena in forma occorre prendersene cura tutto l’anno. Tuttavia ci sono trattamenti mirati e, per cosiddire last minute, che si possono fare anche poco prima delle vacanze.

    Il primo passo nell’impostazione di un piano di azione per ritrovare o mantenere la bellezza della schiena consiste in un’attenta valutazione clinica del paziente. La qualità della pelle, la sua idratazione e la presenza o meno di imperfezioni quali impurità o iperpigmentazioni, la lassità delle strutture cutaneo-muscolari e la presenza di adiposità localizzate devono essere attentamente valutate. Una volta individuate le “necessità” della paziente, si può optare per un singolo trattamento: veicolazione trans dermica di principi attivi e biorivitalizzazione per idratare, purificare, eliminare discromie, o Proshock Ice o Trattamento iniettivo specifico per rimodellare la schiena. Per una remise en forme globale, invece, si può optare per il Protocollo Schiena, una innovativa strategia che combina tutti questi trattamenti per un risultato a 360 gradi.

    L’innovativo Protocollo Schiena costituito dalla veicolazione attraverso la cute di principi attivi, dalla biorivitalizzazione PRX, dalla combinazione di criolipolisi e onde d’urto, e dal trattamento iniettivo specifico (TIS) risponde in modo completo a tutte le necessità della pelle e della silhouette del dorso. La corretta e standardizzata successione delle sessioni di trattamento permette risultati completi in termini di aumento dell’idratazione cutanea, aumento della tonicità, aumento del turn-over cellulare, riduzione delle macchie e delle impurità, miglioramento della texture, della lassità cutanea e delle adiposità localizzate. Due cicli di quattro sedute, una ogni quindici giorni permettono risultati apprezzabili e oggettivi.