Una flora intestinale in salute, indispensabile per le difese immunitarie

da , il

    Una flora intestinale in salute, indispensabile per le difese immunitarie

    Le difese immunitarie hanno il compito di proteggerci da agenti patogeni esterni. Uno degli organi più importanti a tale scopo è sicuramente l’intestino, che potremmo definire la culla del sistema immunitario. Qui vengono eliminati, di volta in volta, i prodotti di scarto grazie all’attività svolta dalle cellule immunitarie, che distinguono ciò che è utile da ciò che non lo è. A difenderci sono gli anticorpi ma anche la cosiddetta flora batterica.

    Essa infatti include centinaia di specie di batteri che favoriscono il processo digestivo facendo da barriera nei confronti di sostanze nocive e microrganismi potenzialmente dannosi. La flora batterica, in particolari circostanze, per esempio in seguito all’assunzione di antibiotici o in caso di malnutrizione, può indebolirsi e in questi casi è fondamentale agire per riportarla in equilibrio, onde evitare conseguenze a livello immunitario. Un ecosistema intestinale debole comporta, infatti, una diminuzione delle difese dell’organismo.

    Una flora batterica intestinale sana include varie tipologie di microrganismi in perfetto equilibrio fra loro. Da questo equilibrio dipendono le difese immunitarie ed è, quindi, fondamentale prendersene cura, prevenendo alterazioni potenzialmente dannose. Tra i fattori nocivi si annoverano stress, malnutrizione, colon irritabile, antibiotici e antibatterici, il cui abuso, o utilizzo frequente, è potenzialmente dannoso. In tutti questi casi è importante arricchire l’alimentazione con appositi integratori alimentari a base di fibra di psyllium, fibra prebiotica che nutre la microflora intestinale, e fermenti lattici vivi fra cui latobacilli e bifidobatteri, principali alleati della nostra salute.

    Nell’ottica della prevenzione è, invece, fondamentale praticare regolarmente attività fisica, privilegiare cibi ricchi di fibre, oligoelementi e minerali antiossidanti come frutta e verdura fresca, ma anche alimenti ricchi di fermenti lattici come yogurt e formaggi. Da evitare cibi troppo grassi o raffinati e sostanze potenzialmente nocive come alcol e bevande zuccherate, che compromettono il buon funzionamento del fegato. Anche l’acqua aiuta a mantenerci in salute e per questo gli esperti consigliano di berne in quantità. In definitiva, una dieta corretta ed equilibrata, associata ad appositi integratori naturali, può davvero fare la differenza in termini di salute.

    Contenuto di informazione pubblicitaria