Un paese su misura per i malati di Alzheimer sta sorgendo in Svizzera

da , il

    Paese malati Alzheimer

    Un villaggio costruito su misura per i malati di Alzheimer o di demenza senile, con tante piccole abitazioni progettate per rendere loro la vita più facile, e naturalmente che abbia il suo cuore pulsante non nella chiesa o nella piazza cittadina, ma in una struttura ospedaliera altamente specializzata. Non è un sogno (o un incubo, a seconda delle interpretazioni), ma una quasi realtà. Accade in Svizzera, dove un progetto nato in Olanda e poi materialmente migrato nella piccola nazione alpina, sta già sorgendo e presto ospiterà i primi “fortunati” pazienti.

    Il paese in questione sarà ubicato nel comune di Wiedlisbach (cantone di Berna), dove piccole case sorgeranno attorno alla già attiva struttura ospedaliera specializzata proprio per il trattamento della malattia di Alzheimer e delle demenze. In pratica il piccolo borgo si comporrà di alloggi confortevoli che ospiteranno un massimo di 15 malati, i quali saranno selezionati in base alla provenienza e alla gravità della loro demenza (e in base al censo, immagino).

    Ma la peculiarità del paese dei senza memoria, sarà il gusto vintage (che si ispira all’urbanistica anni Cinquanta), studiato appositamente per rendere più familiare ai malati il passaggio nella nuova realtà, con un evidente richiamo al loro passato. Il responsabile dell’Istituto, Markus Voegtlin, così commenta il nuovo progetto: “I test eseguiti in Olanda hanno fatto notare dei miglioramenti nei pazienti, inoltre un paese costruito su misura per loro permetterà di farli sentire più tranquilli”.

    Insomma, a parte i brividi che mi sono venuti leggendo di una cittadella a misura di malato (che però sa tanto di “ghetto”, seppur dorato), la prima perplessità è questa: se lo stile anni Cinquanta delle architetture può andare bene per gli anziani di adesso, cosa accadrà quando ci sarà il primo ricambio generazionale? Si dovrà ricostruire tutto in stile anni Sessanta? E così via… ? Chissà se verranno tutti dotati delle nuovissime sneakers con GPS!

    Dolcetto o scherzetto?