Un farmaco per cancellare i brutti ricordi? Si sperimenta in Canada…

da , il

    Farmaco cancella ricordi

    Un farmaco specifico in grado di cancellare i brutti ricordi preservando intatti, però, quelli “buoni”, piacevoli o necessari. Un antico sogno della scienza, sempre vagheggiato: il controllo sulla memoria, la possibilità di “resettare” il nostro cervello, eliminando la zavorra negativa e ricreando, quindi, quella sorta di spazio bianco pronto ad essere riempito di nuovo con migliori risultati, si spera. Ma è possibile ottenere una cosa del genere, un po’ come nel bellissimo film “Se mi lasci ti cancello“? E, soprattutto, è giusto, ha senso, è un’operazione legittima?

    Non abbiamo controprove, comunque sia, vi interesserà sapere che attualmente, in Canada, i ricercatori dell’Università di Montreal, coordinati dalla dott.ssa Marie-France Marin, stanno effettuando una sperimentazione di questo tipo su 33 pazienti volontari. Il farmaco cancella-ricordi, in realtà, non sarebbe una novità assoluta per quanto riguarda i medicinali.

    Infatti, si baserebbe su un principio attivo già noto, che è in grado di agire sull’ormone dello stress indebolendo moltissimo il ricordo di fatti negativi, senza intaccare tutto l’altro patrimonio mnemonico positivo o comunque utile dell’individuo trattato. Lo scopo, è quello di riuscire, in un futuro non troppo lontano, ad utilizzarlo nel trattamento terapeutico dei disturbi post traumatici da stress e in tutti quei casi in cui episodi estremamente negativi abbiano minato l’equilibrio psichico di un individuo.

    Basti pensare ai casi di violenze, agli stupri, ai traumi collettivi derivanti da catastrofi naturali o guerre, ecc. ecc. In quest’ottica, chissà, forse davvero una bella pillola che magicamente elimini dalla mente tutti gli orrori che vi sono rimasti impressi potrebbe essere la soluzione. Un aiuto per ricominciare a vivere, sostanzialmente, senza restare imprigionati nella ragnatela dei propri ricordi oscuri. Staremo a vedere…

    Dolcetto o scherzetto?