Udito a rischio per colpa di iPod e lettori Mp3

da , il

    Udito rischio Mp3

    Il nostro udito viene messo a dura prova dalla tecnologia: lettori Mp3 e iPod, infatti, sarebbero molto più dannosi dei rumori che tanto ci infastidiscono (come ad esempio quello del traffico cittadino) e persino dei clangori tipici di fabbriche e cantieri. Un vero e proprio attentato che provoca conseguenze vistose come un calo dell’udito in giovane età, ma anche problemi a carico del cuore e del sistema nervoso. Di recente di avevamo informato dei pericoli insiti nell’abuso del cellulare e di altri gadget high tech come i tablets, e ora arrivano queste ulteriori “mazzate” relative al nostro modo di ascoltare musica.

    Secondo uno studio condotto dai ricercatori delle Università del Michigan e della California, infatti, le cuffiette che “sparano” la musica direttamente dentro il nostro canale auditivo sarebbero responsabili di un generale fenomeno di sordità o abbassamento notevole della capacità auditiva che poi non si può recuperare. Per giungere alle loro allarmistiche conclusioni, gli studiosi Usa hanno effettuato dei test su un campione di 4500 newyorkesi, i quali erano sia fruitori abituali di mezzi pubblici, come autobus e metropolitana, che ascoltatori di musica attraverso supporti come iPod e lettori Mp3.

    Indagando sulle loro fonti di “fastidio” auditivo, gli studiosi hanno scoperto con sorpresa che i rumori di sottofondo (inclusi quelli di eventuali ambienti lavorativi chiassosi) incidevano per il 10%, mentre il restante 90% era totalmente imputabile agli infernali gadget tecnologici. “Il fatto che due persone su tre siano maggiormente esposte al rumore causato dall’ascolto della musica tramite apparecchi portatili è alquanto sorprendente – ha spiegato lo studioso Rick Neitzel – perché finora si era pensato che il posto di lavoro fosse la causa principale di pericolo.

    Ma le implicazioni delle nostre conclusioni sono altrettanto incredibili, perché confermano quanto serio sia diventato il problema: se infatti questa situazione di rischio fosse causata da un altro fattore, non verrebbe mai tollerata, mentre lo facciamo con il rumore, anche se numerosi studi hanno dimostrato come questo problema sia fonte di svariati disturbi fisici, quali stress, perdita del sonno e malattie cardiache». Insomma, ci infastidisce quella musica forte nelle orecchie (nel senso che ne percepiamo l’eccessiva sollecitazione), ma non possiamo farne a meno e quindi accettiamo anche di diventare un po’ “sordi”. Ma, ne vale la pena… ?