Tumori: individuate due molecole che causano le metastasi

da , il

    Tumori molecole

    Nella lotta contro i tumori, molto spesso il nemico numero uno sono le metastasi che, come saprete, altro non sono che una filiazione – in organi del corpo diversi da quello originario di formazione della neoplasia – delle cellule cancerose. Quando viene individuata una massa tumorale maligna in un paziente, la prima cosa che gli oncologi vanno a controllare è proprio che non ci sia stata ancora proliferazione metastatica. Agire tempestivamente prima che questo accada, significa, spesso, salvare la vita alla persona.

    La ricerca medica, però, va sempre avanti, con scoperte che permettono alle cure di diventare sempre più mirate, sempre più efficaci e sempre meno invasive. A tal proposito, oggi vi segnalo l’importante scoperta effettuata da un team di scienziati israeliani, ricercatori presso la Yeshiva University. A loro si deve l’individuazione di due molecole, responsabili di aiutare le cellule cancerose a “migrare” verso altri organi determinando, in questo modo, lo sviluppo di metastasi tumorali.

    Queste molecole sono state denominate, rispettivamente, p190RhoGEF e p190RhoGAP, e guidano l’attività di RhoC, un enzima grazie al quale le cellule del cancro formano gli invadopodi, protrusioni che aprono le porte delle cellule alle metastasi, fornendo loro il “lasciapassare”, diciamo così, per viaggiare nel sangue così da spostarsi nel corpo umano.

    “Questo enzima ha dimostrato di essere correlato positivamente con la motilità del tumore sia in vitro che in vivo – hanno spiegato i ricercatori israeliani – e queste due molecole potrebbero essere sfruttate per bloccare la capacità del cancro di sviluppare le metastasi”. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Current Biology.