Tumore al seno: ottobre è il mese della prevenzione

Il cancro alla mammella è il tumore più frequente della popolazione femminile, ed è la seconda causa di morte nelle donne tra i 35 e i 75 anni

da , il

    Tumore al seno: ottobre è il mese della prevenzione

    Il tumore al seno colpisce ancora troppe donne: sono 41.000 ogni anno i nuovi casi. Ma è ottobre, il mese della prevenzione, e vogliamo farvi sapere che gli screening e le altre forme di controllo hanno però ridotto notevolmente la mortalità, raggiungendo in Italia il tasso più basso degli ultimi 40 anni. La diagnosi precoce si è finora dimostrata l’arma migliore per combattere questa (e molte altre) forme di tumore, ed è per questo che ogni anno si svolgono iniziative rivolte alla conoscenza della malattia promuovendo anche l’importanza dei controlli di routine.

    E’ partita la campagna “Nastro Rosa” organizzata dalla LILT, che prevede visite specialistiche ed esami strumentali senologici in ben 390 ambulatori sparsi su tutto il territorio nazionale.

    C’è un dato che ci preme sottolineare: in Italia una donna su sette colpita dal cancro alla mammella ha meno di 40 anni. Purtroppo per questa fascia d’età per il momento il servizio sanitario nazionale non prevede lo screening, e se rientrate in questo target dovrete quindi essere voi a programmare una visita. Il tumore infatti non sceglie in base all’età, ed è quindi consigliabile associare al pap-test annuale anche un’indagine al seno.

    “I nostri ambulatori sono aperti anche alle ragazze, oltre che alle donne adulte” ha dichiarato il Prof. Francesco Schittulli presidente della LILT, che ha aggiunto:“Tecnologia e medicina stanno trovando strumenti sempre più efficaci. Ecografia, mammografia e risonanza magnetica, ci permettono di scoprire tumori di piccolissime dimensioni. Individuare un carcinoma di 2-3 centimetri significa intervenire con atti chirurgici ed azioni sempre più conservativi e semplici che, peraltro, non provocano danni estetici alla donna. Se scopriamo un cancro sotto il centimetro di volume la probabilità di guarigione supera il 90- 95 %”.

    Dunque vincere si può: oggi 8 donne su 10 ci riescono grazie alla diagnosi precoce e a farmaci sempre più efficaci e mirati.

    Come prenotare una visita gratuita

    Per tutto il mese di ottobre, negli ambulatori della LILT di tutta Italia è possibile effettuare visite gratuite e controlli clinici strumentali al seno. Gli specialisti della Sede Centrale, delle 106 Sezioni Provinciali e degli oltre 300 Punti Prevenzione LILT aspettano le donne anche per dar loro tutte le informazioni necessarie riguardo ad una corretta prevenzione e all’importanza di una diagnosi precoce.

    La prenotazione della visita gratuita presso i centri LILT va fatta chiamando il numero SOS LILT 800998877.

    Come fare prevenzione

    La prevenzione è un’arma molto efficace per la lotta al tumore del seno. Essa si può dividere in:

    • Prevenzione primaria, ossia agendo sul nostro stile di vita seguendo le regole anti-cancro
    • Prevenzione secondaria, che si effettua con controlli periodici preventivi e tenendo sotto controllo i sintomi
    • Screening, con strumenti diagnostici specifici per i diversi target di età, ossia mammografia per le donne over 40 anni, e DOBI rivolto alle donne con meno di 40 anni
    • Diagnosi precoce che permette di scoprire il tumore in fase iniziale e aumenta le possibilità di guarigione