Tumore al polmone: sintomi, stadi e diagnosi

da , il

    Tumore al polmone

    È la prima causa di decesso oncologico nel mondo, con più di un milione di nuovi casi ogni anno in tutto il globo: è il tumore al polmone, che ha raggiunto, nel 2012, quota 38.500 diagnosi solo in Italia. Nel Bel Paese, il cancro polmonare sale sul podio delle forme tumorali più diffuse, aggiudicandosi un triste terzo posto. Un “big killer” che si può prevenire, stando alla larga dai fattori di rischio, e che si può contrastare, grazie alla diagnosi precoce, che incrementa le speranze di sopravvivenza, e alla terapie giuste. Ecco qualche informazione utile, sui sintomi, gli stadi, le cause e la diagnosi.

    I polmoni, quando c’è un tumore

    Due organi simmetrici, dalla consistenza spugnosa e collocati nel torace, con la funzione di trasferire l’ossigeno respirato al circolo sanguigno e depurarlo dell’anidride carbonica prodotta dall’organismo. Ecco cosa sono i polmoni, la cui funzionalità viene minata dalla presenza di un tumore.

    Non esiste una sola forma tumorale. In particolare, si possono distinguere due tipologie principali: il carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC) e il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), che costituisce la forma più comune con l’85% dei casi.

    Le cause e i fattori di rischio

    In caso di tumore al polmone, il dito è puntato dritto verso alcuni fattori di rischio pericolosi. Innanzitutto, il fumo, un pessimo vizio che aumenta il rischio di comparsa del cancro polmonare da 10 a 40 volte ed è responsabile dell’85%-90% delle neoplasie che colpiscono i tessuti polmonari.

    Da non sottovalutare anche i fattori ambientali, come il fumo passivo, l’esposizione professionale a sostanze cancerogene e l’inquinamento ambientale. Incrementano il rischio di cancro al polmone anche l’età e la presenza di processi infiammatori cronici a carico dell’apparato respiratorio.

    Gli stadi e i sintomi

    I tumori polmonari sono classificati in quattro stadi, stabiliti in base al sistema TNM, che prende in considerazione la dimensione del tumore, l’eventuale interessamento dei linfonodi e la presenza di metastasi.

    I sintomi, soprattutto quelli iniziali, non sono sempre chiari e facilmente individuabili. Comprendono: tosse secca o con catarro, perdite di sangue durante i colpi di tosse, difficoltà respiratorie, dolore al torace e perdita di peso.

    La diagnosi e la cura

    Per diagnosticare la presenza di un tumore al polmone, gli alleati più efficienti sono gli esami strumentali, come la radiografia e la Tac, seguiti dall’esame istologico del tessuto interessato.

    Diagnosticato il cancro, le opzioni terapeutiche, da scegliere in base al tipo di tumore polmonare, prevedono l’intervento chirurgico, la chemioterapia e la radioterapia.