Tumore al polmone: arriva la diagnosi precoce

da , il

    analisi sangue test carcinoma

    Un test del sangue per la diagnosi precoce del tumore al polmone. La speranza arriva dai laboratori dell’Istituto nazionale tumori di Milano. Secondo gli esperti, infatti, u’ analisi del sangue permetterà di individuare per tempo la presenza di forme aggressive di carcinoma polmonare con un anticipo di ben 2 anni sulla Tac spirale, lo strumento diagnostico più avanzato sinora a disposizione. Intanto, l’Irccs di via Venezian ha già avviato la domanda di brevetto per la nuova analisi del sangue.

    Il test per la diagnosi precoce si basa sull’analisi dei microRna, ovvero di piccole molecole presenti nel sangue che agiscono come “interruttori” accendendo e spegnendo i nostri geni. Il test è frutto di una studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano guidati da Gabriella Sozzi e Ugo Pastorino, in collaborazione con la Ohio State University di Colombus, in America.

    Il team di ricercatori ha analizzato i campioni di sangue prelevati da oltre 6 mila fumatori monitorati nell’arco di 5 anni. I risultati dell’esperimento hanno dimostrato come il 100% di coloro che si ammalavano di cancro al polmone presentasse valori alterati di particolari microRna. Queste alterazioni, secondo gli esperti, sono visibili già due anni prima che la Tac spirale sia in grado di rilevare traccia di tumore. Un ulteriore vantaggio di questa tecnica è che è totalmente non invasiva, oltre che rapida ed economica.

    La scoperta è davvero importante e potrebbe rivoluzionare il metodo diagnostico di una tra le patologie in forte crescita tra le donne. ma prima che il test sia disponibile ci vorranno ancora due anni di sperimentazione.