Tubercolosi: nuovo test per la diagnosi rapida in 100 minuti

da , il

    tubercolosi

    La tubercolosi: una patologia batterica altamente contagiosa, che ogni anno uccide oltre due milioni di persone in tutto il mondo. Con i test finora utilizzati, la diagnosi della malattia poteva richiedere fino a tre mesi di tempo. Oggi, grazie a un nuovo test diagnostico molto rapido già approvato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, sarà possibile diagnosticare la tubercolosi in poco più di un’ora e mezza. E non è finita qui: grazie ad un accordo raggiunto con l’azienda produttrice (la Cepheit), il nuovo strumento di diagnosi sarà venduto in 116 paesi del mondo a un costo ridotto di ben il 75%.

    In questo mondo, anche nei paesi più poveri i pazienti potranno sottoporsi nell’immediato alla nuova terapia per la diagnosi rapida. Una notizia importante, perché sono proprio i paesi a basso e medio reddito ad avere maggiore bisogno di uno strumento diagnostico veloce ed efficace. ”Avere un test rapido per individuare la tubercolosi è fondamentale per sapere subito se isolare o no il paziente, che è molto contagioso” spiega il dott. Giampiero Carosi, direttore della clinica di malattie infettive e tropicali dell’ospedale di Brescia.

    ”In zone come l’Asia e l’Africa –continua Carosi – la Tbc e’ il secondo problema sanitario dopo l’Hiv a causa dell’estrema popolosita’ delle zone dove scoppiano le endemie, quindi è fondamentale per gli operatori sapere il prima possibile, all’interno di una popolazione sterminata, a chi fornire la terapia, che oggi è accessibile grazie al fatto che sono scaduti i brevetti”. In altre parole, grazie al nuovo kit per la diagnosi rapida, ora abbiamo gli strumenti per salvare migliaia di vite ogni anno. L’Oms si sta già mobilitando per inserire il test nei piani nazionali per la lotta alla tubercolosi, per creare protocolli di prevenzione e cura mirati.