Tra i rimedi naturali anti cancro ci sono anche le tisane al finocchio

da , il

    Tisana semi finocchio anti cancro

    Avete presente la classica tisana digestiva al finocchio? Ebbene, possiede virtù anti cancro tanto spiccate quanto insospettabili. Tutto merito dei semi di questa pianta, che da secoli vengono utilizzati per preparare il gradevole infuso che ha proprietà carminative (riduce il gonfiore di stomaco e l’aria nell’intestino) e aiuta il processo digestivo, specie dopo un lauto pasto. Ma questa semplice bevanda racchiude in sé ben altre ricchezze, e a scoprirlo sono stati i ricercatori italiani del Centro di Medicina Integrativa di Careggi (Firenze), i quali hanno appena presentato la loro scoperta al congresso ECIM (European Congress of Integrative Medicine), svoltosi a Berlino.

    Ma com’è che all’improvviso ci ritroviamo a guardare la nostra tisaniera pronta per accogliere i semini digestivi, con occhi nuovi e ben più riconoscenti? Ce lo spiega il dott. Fabio Firenzuoli: “Questo è uno dei significativi contributi scientifici che il Centro di Medicina Integrativa di Careggi ha presentato al ECIM. Abbiamo potuto documentare, con la letteratura disponibile e ricerche originali, che anche la banale tisana ai semi di finocchio contiene numerose sostanze che in maniera sinergica possono aiutare nella lotta contro l’insorgenza dei tumori.

    In particolare si tratta di polifenoli che inibiscono la cancerogenesi e favoriscono l’apoptosi, cioè la morte programmata delle cellule già degenerate”. Uno dei polifenoli presenti nei semi di finocchio e noto per l’azione anti cancro è il “famoso” EGCG del tè verde, evidentemente non presente solo nella piantina di origine asiatica.

    “Aver trovato nel finocchio queste sostanze – prosegue Firenzuoli – è doppiamente importante per la loro diretta attività protettiva, ma anche perché bloccano la SULT, cioè la Sulfotransferasi, enzimi responsabili dell’attivazione tossica dell’estragolo, sostanza presente in piccole quantità nell’olio essenziale di finocchio e dello stesso basilico”. Che commentare, ovviamente si tratta di una buona notizia, di quelle che possiamo annoverare tra le informazioni “buone a sapersi” per proteggere la nostra salute. Allora buona tisana di finocchio a tutti!