Tosse notturna: cause, rimedi e omeopatia

da , il

    Tosse notturna

    Quando colpisce gli adulti, così come i bambini, la tosse notturna è solitamente secca e stizzosa, talmente fastidiosa da interferire negativamente con il riposo dei malcapitati. Perché compare? Le cause possibili sono di diverso tipo; può essere tutta colpa di un’infezione delle vie aeree, della bronchite o della presenza di catarro di troppo, ma non solo. Ecco qualche informazione utile sulla tosse notturna, le sue cause, i possibili rimedi, da quelli offerti dalla medicina tradizionale a quelli previsti dall’omeopatia.

    Cos’è la tosse notturna?

    Esattamente come la tosse diurna quella notturna più che un disturbo vero e proprio è un meccanismo di difesa, che l’organismo mette in campo quando deve difendersi da una serie di fattori o microrganismi esterni. Dai batteri, ai virus, passando per gli allergeni, il freddo e il fumo, la tosse si manifesta quando qualche agente esterno irrita i canali che portano l’aria ai polmoni, quali le mucose della gola, della trachea o dei bronchi.

    La tosse, in realtà, più che un nemico è un’alleata, utile per liberare le vie aeree dal catarro, dalla polvere, dal fumo e dai germi. Quando, però, i colpi di tosse cominciano a susseguirsi con un po’ troppa frequenza, soprattutto durante la notte i fastidi superano i benefici e all’origine ci potrebbero essere altre cause.

    Le cause

    La tosse notturna, tipicamente secca, cioè improduttiva, e stizzosa, può essere il risultato di una forma allergica, per esempio agli acari della polvere, ma anche la conseguenza di altri fattori, ambientali e non. Può essere colpa dell’ambiente troppo secco o troppo caldo in cui si dorme, oppure può essere il sintomo più evidente e fastidioso di un’infezione delle vie respiratorie, della tracheite, della laringite, della sinusite o della bronchite, ma anche del reflusso gastroesofageo. In particolare, se i colpi di tosse notturni si associano a bruciori di stomaco, vomito o a fastidi gastrici potrebbe trattarsi di reflusso gastroesofageo.

    I rimedi utili

    Se è questione di ambiente, di aria troppo secca, carica di polvere o di temperatura troppo elevata, la soluzione sta nel modificare le condizioni climatiche o igieniche della stanza da letto. Può essere utile anche liberare le vie aeree, per migliorare la respirazione, utilizzando appositi cerotti nasali o facendo l’aerosol, per esempio.

    I rimedi omeopatici

    Contro la tosse che colpisce soprattutto durante le ore notturne, l’omeopatia offre una serie di rimedi utili: l’Ammonium Carbonicum 4 CH, indicato se la tosse è il risultato di faringiti o laringiti; l’Arsenicum Album 4CH, se la tosse notturna è associata a sensazione di soffocamento; Drosera 5CH, in caso di tosse stizzosa con dolore retrosternale.