Tonsille criptiche: cause, cura e rimedi naturali

da , il

    Tonsille criptiche cause e sintomi

    Tonsille criptiche? Sembra un gioco di parole poco azzeccato, ma, invece, si tratta di un disturbo, di un’infezione a carico delle tonsille, più frequente del previsto soprattutto nei giovani, durante l’adolescenza. Ecco qualche informazione utile e qualche dettaglio aggiuntivo sulle cause, la cura e i rimedi, naturali e non più efficaci per curare questa fastidiosa eventualità.

    Le cause

    Da non confondere con la più tradizionale tonsillite e nemmeno con le tonsilloliti, caratterizzate dalla presenza di calcoli tonsillari di colore bianco giallastro che emanano un odore sgradevole, le tonsille criptiche sono un’infezione delle tonsille. In particolare, i bersagli del processo infettivo sono le cripte tonsillari, le protagoniste della struttura tipicamente bucata, alveolare e cavernosa di questi organi.

    Perché? Perché le tonsille, che insieme alle adenoidi, compongono il cosiddetto anello linfatico della testa (anello di Waldeyer), un prezioso sistema di difesa del tratto alto delle vie aero-digestive. Per questo, svolgono un’importante funzione difensiva. Un ruolo che però è destinato a scemare progressivamente dopo l’infanzia. Non sono più protagoniste delle difese immunitarie e il tessuto linfatico che le caratterizzava si riduce con il passare degli anni, lasciando le cripte vuote e trasformandole nell’habitat perfetto per depositi di residui di cibo e nella vittima ideale dell’aggressione di batteri e microrganismi di vario genere.

    I sintomi

    Difficile da ignorare, quando un’infezione è in corso e le tonsille si associano all’aggettivo criptico, si possono manifestare alcuni sintomi tipici come il mal di gola e, il più frequente ed evidente, l’alitosi. Inoltre, in molti casi, osservando le tonsille si può evidenziare la presenza di placche biancastre e maleodoranti, causate dalla presenza del caseum tonsillare, una sostanza prodotta dal deposito di residui di cibo.

    La cura e i rimedi naturali

    Innanzitutto la prevenzione, che passa attraverso un’attenta igiene di tutta la bocca, cavo orale compreso, attraverso gargarismi e sciacqui, utilizzando, per esempio, l’aceto. Poi niente fumo, pochi alcolici e una dieta leggera, per evitare di peggiorare la situazione. Come alleato naturale per i gargarismi, inoltre, ci sono tisane e infusi di erbe dall’effetto disinfettante e lenitivo, come la menta e la camomilla.

    Il medico può prescrivere una cura farmacologica, a base di antibiotici, ma se il problema di ripresenta spesso, si consiglia, come ultima soluzione, la tonsillectomia, cioè l’asportazione delle tonsille.