Tisana al finocchio: proprietà e controindicazioni

da , il

    Tisana al finocchio

    Drenante, disintossicante e depurativa, la scelta ideale per togliersi di dosso quella fastidiosa sensazione di gonfiore: la tisana al finocchio è un vero alleato del benessere, un concentrato di salute e bellezza da sorseggiare anche ogni sera. Forte delle numerose proprietà che può vantare questo vegetale dall’aroma intenso troppo spesso sottovalutato, la tisana al finocchio è un vero toccasana contro molti piccoli e grandi disturbi, dall’alitosi fino alle difficoltà digestive, dai problemi gastrointestinali alla ritenzione idrica. Ma conosciamola meglio, scoprendone proprietà e controindicazioni.

    Innanzitutto, come si prepara la tisana al finocchio, drenante e pruficante? Se è vero che esiste una vasta scelta di tisane e infusi al finocchio già pronti per essere utilizzati, in bustine già dosate da immergere solo nell’acqua bollente, è possibile prepararla da soli, in modo semplice e veloce. Bastano 10 g di frutti di finocchio, da mettere in infusione in 200 ml di acqua, preferibilmente non troppo bollente.

    Tutte le proprietà del finocchio

    Il finocchio, l’ingrediente protagonista della tisana com’è facilmente intuibile, è un vegetale aromatico, dall’azione digestiva, antinfiammatoria, diuretica, digestiva, carminativa, antispasmodica e antisettica garantita. Può rappresentare l’alleato perfetto in caso di problemi digestivi, accompagnati da eruttazioni anomale, gonfiore e flatulenza, di dolori addominali e di fastidi intestinali.

    Utile e ricca di benefici, ma quando è meglio prenderla? Come rimedio naturale contro i problemi gastrointestinali, la tisana al finocchio può essere consumata una o due volte il giorno, dopo i pasti, per stimolare il processo digestivo senza “intoppi”.

    Profumato, ma non solo. Il finocchio, forte del suo carattere aromatico e della sua capacità di stimolare la produzione di saliva, è perfetto, sotto forma di tisana, anche per combattere l’alitosi, un disturbo che crea forte imbarazzo e disagio. Allo scopo, basta preparare la tisana, farla raffreddare e utilizzarla per i gargarismi da ripetere dopo ogni pasto.

    Fa male?

    Decisamente no, anzi, come appare chiaro dai benefici sopraelencati. È importante, però, sottolineare che come tutti i rimedi naturali, anche la tisana al finocchio ha le sue controindicazioni e deve essere assunta con qualche cautela. In particolare, è sconsigliato un utilizzo prolungato in dosi massicce e, in caso di gravidanza e allattamento, è sempre preferibile chiedere un parere preventivo al proprio medico curante.

    Dolcetto o scherzetto?