Tiroidismo autoimmune: i sintomi, la dieta e come si cura

Tiroidismo autoimmune: i sintomi, la dieta e come si cura
da in Sintomi, Tiroide
Ultimo aggiornamento:

    Cos’è il tiroidismo autoimmune? Per scoprirlo è bene conoscere i sintomi, la dieta e le possibili cure per questa malattia. La tiroidite cronica autoimmune, anche chiamata tiroidite di Hashimoto, è un processo infiammatorio che colpisce la tiroide: dapprima in modo silente, poi determinando una graduale e irreversibile ipofunzione della ghiandola, che non produce abbastanza ormone tiroideo per il fabbisogno dell’organismo. Questa condizione, chiamata ipotiroidismo, colpisce maggiormente il sesso femminile, in particolare tra i 30 e i 50 anni di età.

    La tiroidite di Hashimoto è una malattia autoimmune, molto frequente durante la gravidanza, la quale viene causata da un problema del sistema immunitario che attacca cellule e organi del suo stesso organismo: in questo caso colpisce il tessuto tiroideo fino a provocarne la distruzione.
    I sintomi della tiroidite autoimmune inizialmente sono pressoché nulli. Tuttavia, quando la malattia progredisce, la tiroide tende a gonfiarsi creando una sorta di gonfiore sul collo, generalmente chiamato gozzo. Col tempo, chi è soggetto alla tiroidite di Hashimoto potrebbe sviluppare l’ipotiroidismo e, di conseguenza, sintomi come stanchezza, capelli secchi e diradamento, incremento del peso, dolore articolare e muscolare, stipsi, mestruazioni irregolari, difficoltà a rimanere incinta, depressione e rallentamento della frequenza cardiaca. Le cause responsabili di questa patologia non sono ancora certe. Tuttavia è stato osservato che alcuni fattori, tra cui la familiarità e alcune condizioni fisiologiche, ad esempio la gravidanza o la menopausa, sono determinanti nello sviluppo di tale disturbo.

    Diversi studi hanno osservato la diretta connessione tra allergie, o ipersensibilità alimentare, e la comparsa di tiroidite. Per questo, oggi, sono diversi i tipi di approcci terapeutici efficaci per contrastare il tiroidismo autoimmune, tra cui anche quello di tipo alimentare.
    Attraverso una corretta alimentazione, e un deciso miglioramento del proprio stile di vita, è possibile sostenere il sistema immunitario e beneficiare, così, di un migliore stato di salute generale. Ad ognuno, il medico prescriverà una dieta personalizzata, modellata sulle proprie esigenze.

    Tuttavia, è possibile riassumere le regole generale di alimentazione in:

    Grassi saturi, zucchero e latticini devono essere limitati o addirittura eliminati dalla dieta, per medi o lunghi periodi. Inoltre, è importante diminuire la quantità di verdura appartenente alla famiglia delle crocifere, come broccoli, cavolfiori, rape, e così via, sopratutto se consumate crude, perché potrebbero inibire la funzione della tiroide.

    Sarebbero invece da aumentare l’abituale consumo di frutta e verdure come carote, peperone rosso, patate dolci, verdure a foglia, avocado, e da preferire gli alimenti senza glutine. Consigliati, da chi ha contrastato in maniera efficace il tiroidismo autoimmune, sono alcuni degli alimenti più ricchi di nutrienti come i semi di girasole, di sesamo, di zucca, di lino…

    La terapia per chi è affetto dal tiroidismo autoimmune dipende da quanto gravi siano i problemi della tiroide. In assenza di ipotiroidismo, la cura riguarderà la riduzione del gozzo e il continuo monitoraggio della malattia attraverso delle apposite analisi.
    Qualora la tiroide non fosse più in grado di produrre sufficienti quantità dei propri ormoni, la triiodiotironina (T3) e la tiroxina (T4), sarà necessario l’assunzione di tali ormoni dall’esterno. Spetterà comunque al medico scegliere il principio attivo e la posologia da prescrivere al paziente in base alla gravità della patologia, al generale stato di salute del malato e alla sua successiva reazione alla cura.
    Per chi è affetto dal tiroidismo autoimmune, è consigliato, in via generale, seguire un corretto stile di vita, avendo cura di salvaguardare il proprio sistema immunitario ed endocrino attraverso una regolare attività fisica, una salutare alimentazione e mantenendo una visione positiva della vita.

    765

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN SintomiTiroide

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI