Test BRCA: in Italia il test per il tumore ovarico non è garantito a tutte le donne

Il test BRCA per il tumore ovarico purtroppo in Italia non è garantito a tutte le donne. Difatti se alcune regioni della penisola lo rimborsano, altre invece non lo fanno, costringendo le donne ammalate a rinunciarvi. Per questo l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna, Onda, ha lanciato un appello alle Istituzioni.

da , il

    Test BRCA: in Italia il test per il tumore ovarico non è garantito a tutte le donne

    Il test BRCA contro il tumore ovarico in Italia purtroppo non è garantito a tutte le donne. Difatti se alcune regioni italiane risultano all’avanguardia, in altre il test non viene ancora rimborsato. La questione è seria perché il test in questione è fondamentale per individuare terapie personalizzate contro il cancro ovarico o per adottare misure preventive nel caso la donna risulti portatrice di geni BRCA mutati. Ed è proprio in virtù della sua importanza che l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, Onda, ha deciso di lanciare un appello alle Istituzioni, al fine di incoraggiare tutte le Regioni a renderlo rimborsabile.

    Il test BRCA in molte regioni italiane non è rimborsabile

    Il test BRCA per la mutazione dei geni Brca1 e Brca2 è di fondamentale importanza per chi soffre di cancro ovarico o al seno, peccato che in alcune regioni italiane non sia rimborsabile. Situazione che costringe molte donne a dovervi rinunciare.

    Come premesso, questo test è indispensabile per individuare le terapie più adatte ad affrontare il tumore ovarico ma anche per prevenirlo allargando, se necessario, l’analisi agli altri componenti familiari. La prevenzione è importante perché in moltissimi casi la malattia viene disagnosticata troppo tardi.

    Sebbene oggigiorno il test venga effettuato entro il Sistema Sanitario Nazionale, sussistono criteri di accesso diversi in base alle regioni e alcune di esse non garantiscono il suo rimborso, rendendolo pertanto inaccessibile a molte donne. Al momento le associazioni che offrono maggiori informazioni in merito sono ACTO Onlus e aBRCAdaBRA Onlus.

    Test BRCA: dove farlo?

    Il test BRCA può essere eseguito in diversi laboratori del territorio italiano, alcuni dei quali convenzionati con il Sistema Sanitario Nazionale.

    Al test si accede dopo un percorso di consulenza genetica, ma è sempre bene informarsi attraverso il medico curante sulle strutture accreditate.

    La paziente viene informata in modo dettagliato su tutta la procedura e le eventuali conseguenze, quindi le viene richiesto un consenso scritto prima di sottoporsi al test.

    Test BRCA: il costo

    Al momento il costo indicativo di questo test è di circa 500 euro nella maggioranza delle regioni italiane ma alcune di esse rimborsano cifre superiori, fino a 4.000 euro, che a detta di alcuni esperti sono tariffe insostenibili.

    L’importanza della prevenzione

    La prevenzione è fondamentale e passa, soprattutto nelle giovani donne, attraverso la pillola contraccettiva, che riduce fino al 50% il rischio di ammalarsi.

    Se si è positive al test si può anche fare una scelta più estrema come togliere le tube e le ovaie, come tempo orsono ha fatto la famosa Angelina Jolie.