Terapia per il dolore: più efficace la meditazione dei farmaci

da , il

    Terapia dolore meditazione

    La terapia per combattere il dolore, qualunque ne sia l’origine, nella maggior parte dei casi non può prescindere dall’uso dei farmaci. Siamo tutti sullo stesso piano davanti al dolore: desideriamo solo che finisca al più presto. Coloro poi, che sono affetti da sofferenze fisiche importati, causate da malattie in stadio terminale, hanno solo la necessità di scivolare via dalla vita nel modo meno traumatico possibile, e questa è una esigenza che la scienza medica rispetta e condivide. Tuttavia, esistono anche altre situazioni, meno drammatiche, in cui l’individuo è costretto a combattere frequentemente con dolori forti, che compromettono la qualità della sua vita e l’efficienza lavorativa.

    Penso a chi soffre di ricorrenti mal di testa (emicranie o cefalee), mal di schiena, a noi donne alle prese con i crampi (spesso micidiali) del ciclo mestruale, e tantissime altre condizioni più o meno patologiche. Certo, gli antidolorifici possono risolvere il problema, i farmaci omeopatici un po’ meno, ma, comunque, sempre di medicinali si tratta. Teniamo poi sempre conto che l’organismo si assuefà velocemente ai principi attivi contenuti in questi analgesici, che finiscono per non fare più effetto.

    E allora? Allora si può provare con la medicina alternativa, l’agopuntura ad esempio, ma anche con la meditazione. A proposito di questa pratica antichissima di origine orientale, sappiate che è stato provato scientificamente che un’ora di buona meditazione (fatta bene, in ambienti adeguati) è in grado di ridurre la sensazione del dolore del 40%, contro il 25% degli antidolorifici e della morfina.

    Lo afferma uno studio di Fadel Zeidan pubblicato sulla rivista Journal of Neuroscience. Dopo una sperimentazione condotta su 15 volontari, è emerso che coloro che avevano usato solo la meditazione per superare il dolore erano riusciti nell’impresa nel 99% dei casi. Beh, insomma, visto che effetti collaterali non ne produce, potrebbe davvero essere un’alternativa validissima alle normali terapie antidolorifiche a base di medicinali.