Tanoressia: definizione, cause e cure [FOTO]

da , il

    Tanoressia, quando l’abbronzatura e la voglia di tintarella diventano una vera e propria ossessione difficile da tenere sotto controllo. Una sorta di dipendenza psicologica dal sole e dai suoi raggi: e più ci si abbronza più ci si vuole abbronzare, più la pelle si scurisce più si vuole ancora più scura. Insomma, quando la tintarella non basta mai, anche se è decisamente abbondante ed evidente. Ecco cosa si intende per tanoressia, la definizione, le cause e le cure.

    La definizione

    Con il termine tanoressia, un neologismo nato dall’incontro tra tan (abbronzatura in inglese) e orexis (termine greco per appetito), si intende un’ossessione da abbronzatura.

    La tanoressia, solo in Italia, secondo le stime degli esperti interessa ben il 20% della popolazione con un picco tra le donne di età compresa tra i 16 e i 40 anni già di carnagione scura che si abbronza facilmente, magre, fumatrici e con un livello di istruzione medio.

    Le persone tanoressiche sviluppano una sorta di dipendenza dal sole, una mania ossessivo compulsiva da raggi solari, che le spinge ad esporsi senza limiti, mettendo in pericolo anche la propria salute. Non proteggono la pelle come dovrebbero, evitando di utilizzare le creme solari adeguate, dotate di filtri solari e fattori protettivi specifici per il proprio fototipo. Vogliono essere abbronzati a ogni costo: non ci sono orari considerati a rischio e non ci sono limiti di sorta.

    Tutto per la tintarella, anche quando si mette a rischio la salute, favorendo la comparsa di malattie dermatologiche o, peggio, del cancro della pelle, ma non solo. Chi soffre di tanoressia, inoltre, manifesta la propria dipendenza dal sole anche con una visione distorta di sé: proprio come i soggetti anoressici, pur perdendo tanti chili di peso corporeo, continuano a vedersi sovrappeso, i tanoressici pur risultando già molto abbronzati non vedono mai la tintarella perfetta riflessa nello specchio e vogliono sempre di più.

    Le cause e le cure

    Difficile puntare il dito su delle cause precise o su dei fattori di rischio definiti. La tanoressia è il risultato di diverse circostanze: le persone più a rischio sono quelle particolarmente insicure e con delle mancanze evidenti, più fragili psicologicamente e più bisognose di conferme e attenzioni.

    Un disturbo multifattoriale, con una base psicologica preponderante, che non ha ancora cure e trattamenti davvero efficaci. Non esiste una strategia efficace al 100%, ma sicuramente anche in caso di tanoressia, come per altre dipendenze dai profili simili, la psicoterapia può essere utile.

    SCOPRI COME PREPARARE LA PELLE AL SOLE