Tallonite: sintomi, cause e possibili cure

Tallonite cause sintomi cure

Con il termine tallonite, si indica genericamente una patologia infiammatoria dolorosa e persistente al tallone, anche definita talalgia plantare, tallodinia, o ancora dolore calcaneare. In pratica si tratta di un problema che interessa la parte posteriore del piede (retropiede), nella porzione che si trova subito sotto il calcagno. L’origine di questa patologia può essere di tipo traumatico (ad esempio originata da un incidente sportivo, ma anche da calzature sbagliate), o endogena, ovvero scatenata da malattie del metabolismo o del sistema nervoso.

In buona sostanza qualsiasi elemento che metta sotto stress il tallone può degenerare in tallonite. Tuttavia, esistono alcune cause più probabili che possano determinare questo problema del piede, vediamole.

Tallonite: le cause

Causa frequente di tallonite è il cosiddetto sperone calcaneare (o spina calcaneare), che consiste in una crescita anomala del tessuto osseo nella zona del calcagno. La deformità può formarsi nel tempo o essere congenita. In genere, le radiografie rivelano una sporgenza uncinata, lunga qualche millimetro, che parte dal centro del tallone e ha la punta orientata verso le dita. Il dolore non si manifesta sempre: molti soggetti affetti da spina calcaneare convivono serenamente con l’anomalia. Il problema riguarda soprattutto persone di età superiore ai 40 anni e in sovrappeso, ma anche gli sportivi, i quali più facilmente patiscono il dolore quando la parte sia sottoposta a continue sollecitazioni. Anche la fascite plantare (infiammazione dei fasci plantari) può facilmente originare una tallonite, specialmente in chi pratichi attività sportiva intensa ma sia anche piuttosto robusto, così come possibile causa è anche la tendinite dell’achilleo (tendine d’Achille). La tallonite può derivare anche da disturbi sistematici metabolici, come la gotta, alcune collagenopatie, l’artrite reumatoide e altre patologie reumatiche. Negli anziani, la causa scatenante può essere l’atrofia del cuscinetto adiposo infracalcaneare, causata dal naturale e progressivo invecchiamento dei tessuti.

Tallonite: i sintomi

I sintomi della tallonite sono legati al tipo di disturbo che dà origine all’infiammazione. Genericamente, si manifesta come dolore nell’area del tallone e del calcagno, molto intenso la mattina quando ci si alza dal letto, e ogni volta che ci si mette in piedi dopo essere stati seduti o fermi per molto tempo. Se il dolore è localizzato e si percepisce come interno al tallone, verosimilmente la causa sarà lo sperone calcaneare o la fascite plantare, mentre se il fastidio è più diffuso ed esterno, allora il problema potrebbe essere una tendinite dell’achilleo. Vediamo le possibili cure.

Tallonite: le cure

Le cure per la tallonite, logicamente variano a seconda dalla causa scatenante e da quanto è estesa l’infiammazione. Per quanto riguarda le terapie mediche, l’esperto dovrà tenere conto anche dell’eventuale danno osseo al calcagno e delle possibili lesioni ai tessuti molli. Lo sportivo che dedica gran parte della giornata all’attività fisica, nel caso accusasse i sintomi di una tallonite, deve riposare fino a che il dolore non è passato completamente. E’ importante osservare questa regola, anche per evitare gravi conseguenze. Lo stesso sperone calcaneare può derivare da un’attività sportiva molto intensa protratta nel tempo. La prima cosa da fare quando si accusa un dolore intenso al tallone è applicare sulla parte interessata una borsa con ghiaccio. Se il disturbo divenisse cronico, può rivelarsi molto utile l’uso di plantari, fasce, gambaletti e nei casi più gravi si consiglia di camminare con le stampelle, in modo da evitare un’eccessiva sollecitazione della parte dolente durante la deambulazionetenete conto che normalmente il dolore al tallone scompare spontaneamente nel giro di due settimane, se così non fosse è sempre necessario sottoporsi alle cure di uno specialista.

Segui Pour Femme

Mercoledì 04/04/2012 da in

Commenti (9)

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Marco 30 maggio 2011 12:23

Vorrei sapere dove posso acquistare(vicinanze torino)la cavigliera per “tallonite” che compare nella foro.
Cordiali saluti.
Marco

Rispondi Segnala abuso
Teresa 9 agosto 2012 07:40

anna ciao cio il tuo stesso problema son un po robusta e vado a fare un po di marcia tutt i giorn in villa ma da un mese circa sto col dolore artoce sott il tallone son stat dall ortopedic mi a diagnosticato un talonite con inizio di spina calcarea
mi a dto un cura e antidolorifico ma per ancora ho dolore secialment quand laq mattin mi alz dal letto ti consiglio di nn camminarci sopra come o fatto io o peggiorat le cose ciao

Segnala abuso
Anna 10 luglio 2012 13:16

buongiorno, leggendo il vostro articolo sulla tallonite e pensando al mio dolore al taloone quando mi alzo da tavola dopo essere stata a riposo un po’ mi fa pensare di avere questo problema. sono un persona robusta, che da poco e’ in cura da un dietologo, che mi ha detto di fare movimento ( di camminare per almeno 1 ora al giorno) pou’ essere anche questo il motivo scatenante del dolore? oltre anche allo stress che da tempo mi sento addosso? che rimedio posso provare? cordiali saluti anna

Rispondi Segnala abuso
CARMINE 27 agosto 2012 15:21

CIAO A TUTTI MI CHIAMO NINO E ANCHE IO HO IL PROBBLEMA DELLA TALLONITE DA CIRCA 2 ANNI CONVIVO CON ESSA PERCHE’ PRENDO DEI FARMACI MA QUANDO PUO’ DURARE QUESTA STORIA? MI HANNO DETTO DI FARE DELLE INFILTRAZIONI SOTTO IL PIEDE. SOLO CHE HO TIMORE DEGLI AGHI. POSSIBILE CHE NON CI SIA ALTRA SOLUZIONE? DA PREMETTERE CHE FACCIO L’IMBIANCHINO QUINDI SALGO E SCENDO DALLO SCALETTO

Segnala abuso
Enrica 1 agosto 2013 11:22

grazie per l aiuto al ghiaccio proprio non ci pensavo…

Rispondi Segnala abuso
Mire Priano
Mire Priano 15 novembre 2013 03:22

Anch’io credo di avere lo stesso problema.Da una settimana faccio impacchi di argilla, ma ahimè non mgliora…. anzi per lo sforzo e per non poggiare tutto il peso sul tallone che mi fa male. sto sottoponendo anche l’altro piede ad uno sforzo maggiore, e vedo con rammarico che il dolore lo sento anche se di minore intensita’ anche all’altro…. vorrei sapere se l’Arnigel ( medicinale omeopata) e’ indicato per questo disturbo, Grazie

Rispondi Segnala abuso
Dario 15 dicembre 2013 21:45

ciao a tutti, sono Dario da PN e da circa quattro mesi ho una tallonite.mi alzo alla mattina con forti dolori quando appoggio il piede a terra.dopo un po passa, ma dura poco.io lavoro 10-11 ore al giorno, e cammino sempre,alla sera sono esausto dai dolori.sono stato da una massaggiatrice,oltre che al massaggio, mi puntava contro il tallone una lampada. ho fatto sei sadute,ho speso 200 euro ma ha fatto ben poco.mi hanno consigliato di rivolgermi da un riflessologo.boh, ci provero! ciao a tutti

Rispondi Segnala abuso
Pinuccia 4 maggio 2014 00:05

Dario, non il riflessologo, ci va l’ortopedico, che di sicuro farà fare raggi e eventualmente rm che individuano la causa e di conseguenza darà la cura più idonea

Segnala abuso
SALVATORE 1 giugno 2014 20:48

HO UNA TALLONITE DA 10 MESI,ORA è CRONICA,STò FACENDO TERAPIA,SONO GIà 8 TECAR,ARTROSILENE GEL,GHIACCIO,MA NIENTE,CHE DEVO FARE ANCORA

Rispondi Segnala abuso
Paper Project
Segui PourFemme
Scopri PourFemme
torna su