Sudore, ecco come “salvare” la pelle

da , il

    sudore pelle irritazioni

    Il sudore è fisiologico. Se non si suda vuol dire che qualcosa non va nel nostro organismo e possiamo seriamente rischiare la salute e la vita, come in caso di disidratazione e colpo di calore. Eppure questo non ci consola, quando la camicetta che indossiamo si macchia di bagnato ed abbiamo la sensazione che tutti ci scansino per il cattivo odore.

    Come se non bastasse, il sudore può irritare la pelle: pensate a quante volte con il caldo l’interno coscia, camminando, si è arrossato! Oppure la piega sotto il seno, il collo, l’incavo dell’avambraccio…nei casi peggiori le bollicine che si creano con lo sfregamento possono anche prendere l’aspetto di vere e proprie crosticine, raramente si infettano, ma decisamente non sono piacevoli. L’altro fastidio intenso è quello del prurito, difficilmente controllabile specie nei bambini. In questo caso si è soliti parlare di sudamina.

    Questi sintomi sono più facilmente riscontrabili in ambienti caldo-umidi (come quello tipico di quasi tutto il nostro territorio). A soffrirne maggiormente le persone obese e soprappeso, per una maggiore presenza di pliche e dunque di punti in cui la pelle suda maggiormente provocando sfregamento. E allora cosa fare? Per combattere il cattivo odore e le irritazioni cutanee importante una buona igiene. Va usato un sapone detergente delicato, risciacquato abbondantemente. Per l’odore possono essere utili gli antiodoranti o antitraspiranti (ma da testare prima dell’applicazione su una piccola parte di pelle, potrebbero provocare loro stessi una reazione cutanea)!

    O più in generale utilizzare borotalco: non quelli profumati però, va bene il tradizionale talco mentolato che si usa anche per combattere il prurito delle malattie esantematiche e quello all’ossido di zinco. In farmacia esistono anche delle soluzioni liquide da applicare direttamente sulla parte. In alcuni casi si possono sviluppare anche delle micosi: quindi se le chiazze rosse ed il prurito non vanno via è meglio rivolgersi ad un dermatologo. Se invece soffrite di iperidrosi, ovvero di sudorazione eccessiva, il discorso è ben più complesso, ne parleremo in un’altra occasione.