Stretching gambe: esercizi utili [FOTO]

da , il

    Lo stretching permette ai muscoli e ai tendini di distendersi e riscaldarsi. Le gambe e la schiena sono sicuramente le parti del corpo che maggiormente beneficiano di questo tipo di esercizi, soprattutto in vista di un allenamento dinamico come la corsa. Ma effettuato anche “da solo”, lo stretching è utilissimo per tutto l’organismo: lo scioglie, allunga la muscolatura, rende le articolazioni elastiche, il corpo più flessuoso e la figura più armoniosa. Aiuta, infine, qualora si faccia un lavoro sedentario, a non andare incontro a tutte quelle problematiche tipiche di chi passa tante ore seduto o in piedi, salvaguardando la salute della colonna vertebrale e delle articolazioni. Gli esercizi di stretching per le gambe, poi, ci aiutano a mantenerle tornite e affusolate, a combattere la cellulite, la ritenzione idrica e tutte le adiposità localizzate, a camminare e muoverci in modo più sciolto. Vediamo qualche semplice esercizio da fare tranquillamente a casa nostra.

    Primo esercizio

    Esercizio di stretching per sciogliere il muscolo della coscia anteriore. Si parte sdraiati a terra a pancia sotto, con braccia a gambe distese lungo i fianchi. Pieghiamo il polpaccio destro mantenendo la coscia aderente al pavimento e afferriamo saldamente la caviglia, quindi teniamo la posizione per circa 60 secondi (possiamo iniziare anche con pochi secondi) e torniamo alla posizione di partenza. Ripetiamo l’esercizio con l’altra gamba. Durante l’esecuzione è bene cercare di mantenere la schiena immobile e terra e respirare regolarmente.

    Secondo esercizio

    Esercizio di stretching per sciogliere i muscoli interni delle cosce. E’ davvero molto semplice, ma efficace se eseguito tutti i giorni. Supine, a terra, con braccia distese lungo i fianchi, solleveremo le gambe divaricandole a ventaglio e mantenendole in posizione per almeno 60 secondi. Ripetiamo più volte respirando regolarmente.

    Terzo esercizio

    Un classico esercizio di stretching per le gambe, in particolare per la parte interna delle cosce, è la posizione a “farfallina”. Sedute per terra dobbiamo avvicinare le gambe al bacino facendo aderire le piante dei piedi le une alle altre, quindi cominceremo a far oscillare le ginocchia proprio imitando il movimento delle ali delle farfalle. Nel frattempo terremo le mani sulle caviglie.

    Quarto esercizio

    Esercizio di stretching le sciogliere i muscoli posteriori delle gambe e allungare i tendini. Da sedute, con le gambe allungate e unite davanti a noi, ben tese, pieghiamoci lentamente con la schiena fino ad afferrare la punta dei piedi (o le caviglie se proviamo troppo dolore) e teniamo la posizione per 40 secondi o più. Rilassiamoci e ripetiamo l’esercizio fino a quando non sentiremo meno dolore e i muscoli saranno ben sciolti e caldi. Durante l’esecuzione proviamo a tenere gli addominali contratti e a respirare normalmente.

    Quinto esercizio

    L’ultimo esercizio è molto adatto a sciogliere un po’ tutta la gamba. In piedi, mani appoggiate al muro, teniamo la gamba destra in avanti leggermente piegata e portiamo la gamba sinistra all’indietro allungandola. Portiamo il bacino in avanti cercando di “tirare” quanto più possibile la gamba sinistra. Manteniamo la posizione per qualche secondo, quindi passiamo all’altra gamba. Da ripetere più volte per gamba, alternando.