Stress da doppio lavoro per le donne?

da , il

    donne stress

    Le donne soffrono lo stress il doppio degli uomini: in quantità e qualità e la causa è il lavoro. Magra consolazione amiche, noi che lo viviamo sulla nostra pelle lo sapevamo già, ma a darci manforte è arrivata anche una ricerca scientifica. Uno studio pubblicato in questi giorni sul Daily Mail e realizzato da alcuni esperti dell’Università di Goteborg (in Svezia) ha evidenziato come il gentil sesso sia spesso affetto da stress fisico e psichico, a causa del lavoro in casa oltre che in quello fuori. Il tutto il doppio degli uomini.

    Diciamocelo pure la nuova generazione, vede i maschi partecipare adeguatamente ai lavori domestici, non certo come i nostri nonni o i nostri papà. Ma raramente fanno oltre l’indispensabile. Quello rimane compito delle donne. Le conseguenze? Sono numerose sulla salute. In particolare questo studio ha individuato come le preoccupazioni e gli impegni quotidiani lasciano un gran dolore alla schiena e al collo. In particolare questo lavoro è durato 4 anni durante i quali sono stati messi a confronto due gruppi di persone: studenti (uomini e donne) e lavoratori e lavoratrici, con l’obiettivo di individuare le cause dei vari livelli di stress.

    Indovinate? In entrambe i gruppi ad avere la peggio sono state le donne. Sappiamo però che il mal di schiena e la tensione muscolare non sono gli unici sintomi di questa forma di malessere: le donne in carriera sono anche a maggiore rischio cardiovascolare secondo un’altra recente ricerca. E questo dipende dal doppio impegno casa-ufficio, oltre al fatto che sul lavoro le signore devono sempre dimostrare ed impegnarsi molto di più dei colleghi maschi. A partire dall’inizio di quest’anno è entrata in vigore una nuova legge che riguarda il lavoro e lo stress. I datori di lavoro dovranno controllare ed evitare che i livelli non salgano eccessivamente. Chi lo metterà in pratica? E soprattutto chi verificherà i livelli di stress nel lavoro casalingo? Ai posteri l’ardua sentenza!

    Dolcetto o scherzetto?