Stitichezza: rimedi e cause più frequenti

La stitichezza è un disturbo gastrointestinale molto diffuso, che colpisce prevalentemente i soggetti con più di 65 anni. Tuttavia, non è raro soffrire del problema a qualsiasi età per cause più o meno serie che devono essere indagate nel dettaglio per poter decidere i rimedi più consoni.

da , il

    Stitichezza: rimedi e cause più frequenti

    Quali sono i rimedi e le cause più frequenti della stitichezza? La stipsi, o stitichezza, è uno dei disturbi gastrointestinali più diffusi, che si stima interessare più di 10 milioni di italiani. Consiste nella difficoltà di evacuazione o nell’espulsione di feci molto dure e consistenti, a intervalli regolari prolungati, oltre i due o tre giorni. In genere il disturbo è determinato da fattori genetico-costituzionali, associati ad un’alimentazione errata per la scarsità di liquidi e di fibre, e si aggrava per errori di trattamento. Vediamo nel dettaglio il problema.

    Possibili cause

    Si soffre di stitichezza a causa del mal funzionamento del colon. Quest’organo, in genere, quando viene attraversato dagli alimenti assorbe la loro acqua e forma i prodotti di scarto, cioè le feci, che le contrazioni muscolari spingono verso il retto. Quando le feci raggiungono il retto sono ormai solide, perché la maggior parte dell’acqua è stata assorbita.

    La stitichezza è quel fenomeno che si verifica quando il colon assorbe troppa acqua, oppure quando le contrazioni muscolari del colon sono troppo lente e deboli, causando così un movimento rallentato che rende le feci dure e secche, e quindi più difficili da evacuare. Tra le cause più frequenti della stitichezza ricordiamo:

    Carenza di fibre nella dieta

    Chi segue una dieta povera di fibre e ricca di grassi corre diversi rischi di soffrire di stitichezza. Le fibre, sia solubili che insolubili, si trovano maggiormente nella frutta, nella verdura e nei cereali, pertanto è noto come una dieta quotidiana debba essere incentrata su questo tipo di elementi.

    La quantità di fibra che andrebbe consumata giornalmente si attesta intorno ai 30 grammi, tuttavia dagli studi sembra che raramente si raggiungano i 25 grammi. La stitichezza è un fenomeno presente sia nei bambini che negli adulti, i quali assumono troppi alimenti raffinati e industriali, da cui vengono ampiamente rimosse le fibre.

    Una dieta povere di fibre, inoltre, è uno dei principali responsabili della stitichezza tra gli anziani. Per poter debellare questo problema è quindi essenziale conoscere quali alimenti evitare per la stitichezza e seguire una dieta sana.

    Disidratazione

    Uno tra i rimedi più veloci contro la stitichezza è quello di bere molto durante la giornata. Le ricerche, infatti, dimostrano che una maggiore assunzione di liquidi non allevia necessariamente la costipazione, ma allevia temporaneamente i sintomi.

    L’idratazione è quindi un elemento essenziale per contrastare il problema della stipsi perchè rende più morbide le feci presenti nel colon e le gonfia, conferendogli maggiore volume. Chi soffre di stitichezza deve quindi idratarsi di più, ma evitare bevande contenenti la caffeina, il tè e l’alcol, i quali peggiorano i sintomi causando disidratazione.

    Sedentarietà

    La stitichezza può essere provocata dalla carenza di attività fisica, poiché l’esercizio favorisce la motilità intestinale. Secondo gli esperti questo è un’altra ragione per cui a soffrire maggiormente di stitichezza sono gli anziani. Il problema maggiore in questo caso, tuttavia, risiede nel fatto che il problema se prolungato nel tempo può aggravarsi e diventare stitichezza cronica.

    Assunzione di alcuni farmaci

    Esistono diversi farmaci per cui a loro assunzione può provocare stitichezza e sintomi correlati ad essa. La scienza non è ancora riuscita a spiegare il nesso tra i due fenomeni, eppure è noto che tra i sintomi di alcuni medicinali compare proprio la stipsi. Ecco quali sono:

    • oppiacei
    • antiacidi che contengono alluminio e calcio
    • farmaci per la pressione (calcio-antagonisti)
    • farmaci per la cura del morbo di Parkinson
    • antispastici
    • antidepressivi
    • integratori di ferro
    • diuretici
    • anticonvulsivanti

    Cause fisiologiche

    Non è raro che in gravidanza le gestanti possano soffrire di stitichezza per via dei cambiamenti ormonali in atto nell’organismo, e/o perché l’utero va a comprimere l’intestino.

    Come abbiamo già visto, anche l’invecchiamento può avere conseguenze negative sulla normale regolarità intestinale, perché il rallentamento del metabolismo impigrisce l’intestino e diminuisce il tono muscolare. Si può, inoltre, soffrire di stitichezza da viaggio, a causa dei cambiamenti nella dieta e nella routine quotidina.

    Abuso di lassativi

    A volte l’abuso di lassativi può provocare stitichezza. Con l’uso dei lassativi, la frequenza di evacuazione aumenta sicuramente, ma è necessario che tale terapia farmaceutica venga seguita per un lasso di tempo piuttosto breve e non per sempre. Ciò causerebbe la dipendenza da lassativi dell’organismo e il blocco intestinale per l’abuso di farmaci.

    Ignorare la necessità di evacuare

    Rinviare la necessità di evacuare è un problema comune sia nei grandi che nei bambini, perchè non si vuole usare il bagno pubblico, non si vuole smettere l’attività in corso o semplicemente perchè non si ha tempo. Tuttavia, questa scorretta abitudine può essere causa di un’ostinata stitichezza, difficile da curare, perchè nel tempo l’organismo non avvertirà più la necessità di evacuare.

    Cause patologiche

    Diverse sono le patologie che possono provocare la stitichezza. In genere, chi soffre di disturbi neurologici, metabolici ed endocrini ha maggiori possibilità di non evacuare regolarmente a causa del rallentamento intestinale provocato dalle malattie in questione. Tra le patologie in grado di provocare la costipazione ci sono:

    Rimedi efficaci

    I rimedi utili per contrastare la stitichezza si basano sulle cause del problema e sulla sua gravità. Se non in rari casi patologici, guarire dalla stitichezza è semplice e non richiede particolari interventi di natura medica. Infatti, il miglior trattamento contro la stipsi è basato sulla modifica dell’alimentazione e dello stile di vita.

    Alimentazione

    La stitichezza si combatte a tavola, introducendo nella propria dieta alimenti ricci di fibre e acqua, che aiutino l’organismo ad espellere feci morbide e ben formate. Tra gli alimenti da prediligere ci sono quindi:

    • legumi
    • cereali integrali
    • frutta fresca ma non troppo zuccherina
    • verdura fresca come asparagi, cavolo e carote

    Se un apporto abbondante di frutta e verdura non è sufficiente, è consigliabile ricorrere alla somministrazione di fibre vegetali come la crusca, in aggiunta al latte o al tè del mattino. L’uso delle fibre non deve però essere eccessivamente prolungato, poiché è necessario evitare di limitare i processi di assorbimento intestinale.

    Stile di vita

    Tra gli altri cambiamenti che potrebbero essere utili per curare e prevenire la stitichezza improvvisa potrebbe essere utile imporsi di bere almeno due litri d’acqua al giorno e fare dell’esercizio fisico tutti i giorni, almeno 20-30 minuti, praticando delle lunghe passeggiate, giochi di movimento, sport e vita all’aria aperta. Inoltre, è importante ricorrere alluso di lassativi, purganti e enteroclismi il meno possibile e soltanto saltuariamente.