NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Stitichezza: 15 rimedi naturali per sconfiggerla

Stitichezza: 15 rimedi naturali per sconfiggerla

Ecco i migliori rimedi contro la stitichezza, utili per alleviare i sintomi della stipsi e andare di corpo regolarmente

da in Alimentazione, Dieta, Intestino, Medicine Alternative, Rimedi naturali, stitichezza
Ultimo aggiornamento:
    Stitichezza: 15 rimedi naturali per sconfiggerla

    Gli italiani che soffrono di stitichezza sono circa 13 milioni, e di questi, 7 su 10 sono donne. Oggi vogliamo consigliarvi alcuni rimedi naturali e abitudini salutari, dall’alimentazione allo stile di vita, per sconfiggerla, certamente da preferire a lassativi, purganti e ad altri medicinali aggressivi, anche perchè l’utilizzo continuo di queste sostanze stimolanti può causare dipendenza.

    La frequenza media delle evacuazioni varia da persona a persona, ma se trascorrono più di tre giorni senza defecare si avrà difficoltà all’espulsione del materiale fecale. Con il termine di stitichezza o stipsi si intende sia un numero basso di evacuazioni, ma anche la difficoltà ad espellere le feci che ne deriva. Oltre a creare disagi e dolori, la stitichezza può portare complicanze, come emorroidi, ragadi, ma anche a problemi più seri come il prolasso rettale, ossia la fuoriuscita dal retto di parete intestinale.

    Ecco allora l’importanza di contrastare la stitichezza mediante rimedi naturali e cambiamenti nello stile di vita:

    • 1. Imparate ad assumere la giusta dose giornaliera di fibre: mangiate frutta, verdura, insalata, legumi e alimenti da cereali integrali. State attente però a non superare il limite di 30 grammi al giorno per non mettere in pericolo stomaco e intestino.
    • 2. Abituatevi a fare attività fisica: in modo costante, almeno 30-40 minuti ogni giorno.
    • 3. La colazione deve essere abbondante, con il giusto apporto di fibre ed alimenti molto salutari contenenti gli utilissimi fermenti lattici. Mangiare uno yogurt magro, un kiwi e due-tre biscottini integrali può rappresentare un’ottima soluzione.
    • 4. Non sbucciate la frutta, soprattutto pere e mele: le fibre sono concentrate soprattutto nella buccia.
    • 5. Imparate a masticare bene e lentamente, per facilitare la digestione.
    • 6. Bevete almeno 2 litri d’acqua al giorno.

      Solo in questo modo le fibre assunte durante la giornata potranno portare beneficio al ritmo intestinale.

    • 7. Attenzione alle modalità di cottura: cucinate al forno, alla griglia, alla piastra, al microonde. Evitate fritti, soffritti, stufati e le cotture che appesantiscono gli alimenti rendendoli difficili da digerire.
    • 8. Abituatevi a sostituire gli alimenti prodotti con farina raffinata, con quelli fatti con farina integrale.
    • 9. Mangiate i legumi due o tre volte a settimana. Piselli, lenticchie, fagioli, soia e ceci devono diventare diventare una costante della vostra alimentazione.
    • 10. Assumete la giusta dose giornaliera di fermenti lattici: yogurt, latte e formaggio non devono mancare.
    • 11. Consumate due cucchiai di semi di lino al giorno seguiti da un bicchiere di acqua a temperatura ambiente, un composto che aiuta il transito intestinale.
    • 12. Prugne, barbabietole e verze contribuiscono a favorire la mobilità intestinale, e andrebbero consumate anche giornalmente.
    • 13. Per chi ama le tisane, utile per la stitichezza un’infusione di radice di liquirizia o di malva da bere la sera prima di andare a dormire.
    • 14. Il consumo di frutta secca ha un effetto emolliente sull’intestino e favorisce la defecazione. Per la stipsi in particolare si consiglia il consumo di olio di mandorle dolci, utile per ammorbidire la massa fecale.
    • 15. Ricordatevi anche anche l’aspetto psicologico non deve essere trascurato nei casi di stitichezza, perchè stress e ansia possono alterare la motilità intestinale.

    Ricordiamo che se la stitichezza dovesse insorgere improvvisamente e durare per più di tre settimane, è consigliabile avvertire il medico curante, soprattutto se dovesse avvenire anche una contemporanea perdita di peso o se dovessero presentarsi dolori addominali.

    720

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneDietaIntestinoMedicine AlternativeRimedi naturalistitichezza
    PIÙ POPOLARI