Stiramento muscolare, cause e primo intervento

da , il

    Stiramento muscolare primo intervento

    Subire uno stiramento muscolare non è un’eventualità rara, specialmente tra chi ami fare sport e allenarsi tutti i giorni, magari con un bel programmino di fitness casalingo e “fai da te”. In questo periodo dell’anno, poi, capita a tanti di voler recuperare il tempo perduto (e la forma perduta), buttandosi nell’attività fisica dopo tanti mesi di ozio totale. Jogging, palestra, esercizi aerobici e anaerobici che sollecitano la muscolatura, se eseguiti in modo intenso e senza adeguata preparazione (ossia, il riscaldamento e lo stretching), possono allungare troppo e bruscamente le fibre muscolari, provocando, per l’appunto, uno stiramento. Vediamo di capire bene le regole di primo intervento.

    Stiramento muscolare, cause, sintomi e prima fase di intervento

    Uno stiramento muscolare , come anticipato, è una lesione delle fibre muscolari non grave, che può davvero capitare a tutti, sia uomini che donne di ogni età. Si manifesta come dolore intenso e localizzato. Cosa bisogna fare in questi casi per limitare al massimo i danni provocati dallo strappo e, soprattutto, per lenire la sofferenza? Innanzi tutto, se lo stiramento è stato provocato da un movimento estremo, magari nel corso di un esercizio ginnico, è indispensabile smettere immediatamente.

    Bisogna riportare il muscolo in stato di rilassamento, quindi cambiando posizione in modo che la parte colpita sia in relax. Anche una posizione da seduti, o in ginocchio, può andare bene. Sul muscolo stirato, poi, andrà esercitata una forte pressione, il meglio sarebbe una legatura, me se non siete esperti meglio evitare! Invece, premere anche con le mani sulla parte dolorante o appena sopra, con forza, può aiutare a recuperare il tono muscolare normale e ridurre lo spasmo. Questo tipo di intervento si deve protrarre almeno per qualche minuto, meglio se per un quarto d’ora. Potete chiedere il soccorso di qualcuno, specie se la pressione da esercitare è in zone che non potete raggiungere con le mani, le spalle, ad esempio.

    Stiramento muscolare, secondo intervento

    Il secondo step che segue il primo intervento su una muscolatura colpita da stiramento, è passare ad un bell’ impacco freddo per ridurre gonfiore e perdite ematiche dai capillari delle fibre muscolari stirate. La cosa essenziale è quella di non fare esercizi, non muoversi troppo, non sollecitare la parte “strappata” con massaggi, non riscaldarla. Durante le prime ore dopo lo stiramento, è necessario stare a riposo , e se il dolore è forte, si può anche prendere un analgesico, l’essenziale è che non sia a base di aspirina perché questo farmaco è anticoagulante. Tutto chiaro? Naturalmente, se la parte dovesse peggiorare o gonfiarsi, bisogna recarsi subito dal medico.