NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sos smagliature, la novità è un protocollo su misura

Sos smagliature, la novità è un protocollo su misura

Sono un problema per la maggior parte delle donne, e prevenirle è impossibile. Oggi, però, si possono attenuare con l’impiego combinato di laser e dermoristrutturanti

da in Bellezza, Chirurgia estetica: parola all'esperto, Pelle
Ultimo aggiornamento:
    Sos smagliature, la novità è un protocollo su misura

    Le smagliature sono un fenomeno trasversale, che colpisce donne (in prevalenza) ma anche uomini, magri e cicciottelli, a Nord come al Sud (anche se in percentuale diversa). Secondo i dati Istat, sono circa 200 milioni le persone che ne sono colpite nella sola Comunità Europea.

    Le smagliature”, spiega il dott. Sergio Noviello, medico estetico e chirurgo estetico, direttore sanitario di Milano Estetica, “sono un inestetismo determinato dalla perdita di forza della componente fibrosa del derma che si manifesta in presenza di elevati valori di ormoni estrogeni, situazione caratteristica in alcune malattie endocrinologiche come il morbo di Cushing, durante la pubertà o la gravidanza o in seguito a un dimagrimento importante.

    In sostanza si determina un’alterazione nella stabilità dei legami peptidici del collagene, con conseguente atrofia cutanea, ridotta funzionalità linfatica, rallentamento dell’attività dei fibroblasti, riduzione dei fenomeni di mitosi cellulare, aumento di spessore dello strato corneo e minore traspirazione cutanea.
    Inizialmente appaiono come strie rossastre che solcano le aree di glutei, cosce, addome, seno e braccia e con il tempo tendono a diventare bianche.

    Si tratta di un inestetismo alla cui formazione concorrono grandemente i fattori ereditari, come peraltro le caratteristiche etniche (particolarmente soggette alle smagliature sono le donne di razza afro/americana). Invece, nessuna correlazione è  al momento dimostrabile scientificamente tra comparsa delle smagliature, alimentazione e attività sportiva. Naturalmente”, spiega il dott. Noviello, “un’alimentazione ricca di vitamine, proteine, omega3 e antiossidanti, così come l’uso costante di creme specifiche, aiuta a mantenere una pelle elastica e sana, ma non sono sufficienti a prevenire o curare le strie, soprattutto quando sono ormai bianche”.

    Eliminarle è molto difficile, soprattutto dopo i 40 anni e se si lavora su smagliature di vecchia data, ma i trattamenti oggi a disposizione possono fare molto, soprattutto se combinano le tecnologie più all’avanguardia.

    “Fra i protocolli più nuovi ed efficaci”, spiega il dott.

    Noviello, “quelli che combinano il laser con trattamenti che stimolano la rigenerazione cellulare. Il protocollo Strimax alterna quattro sedute di Trattamento iniettivo intradermico con Silicio organico, acido ialuronico a elevato peso molecolare addizionato con fattori di crescita, antiossidanti, aminoacidi e vitamine, a quattro sedute di laser CO2 Presktion. Il laser co2 ha come finalità la vera e propria eliminazione della smagliatura per singole microscopiche rimozioni di tessuto”, continua il dott. Noviello, “mentre le iniezioni di principi attivi come acido jaluronico, antiossidanti e polifenoli stimolano i processi riparativi del tessuto”.

    Per un risultato ottimale, a seconda delle esigenze del paziente il protocollo Strimax può essere combinato con 4 sedute di PRP, una seduta di Cellule staminali o un protocollo per rassodante o anticellulite.
    “La tendenza che sta prendendo piede negli ultimi tempi”, conclude il dott. Noviello, “è la personalizzazione dei trattamenti. Prima di stabilire il percorso terapeutico, una équipe di dottori visita il paziente e valuta la situazione. In questo modo il protocollo viene modulato sulle reali esigenze del paziente”.

    543

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BellezzaChirurgia estetica: parola all'espertoPelle
    PIÙ POPOLARI