Sono le donne a lamentarsi della propria salute, molto più degli uomini…

da , il

    Donne preoccupazioni salute

    Sembra proprio che noi donne siamo sempre pronte a lamentarci della nostra salute, contrariamente a quanto sempre pensato, in maniera decisamente più insistente rispetto agli uomini. Questo accade perché la percezione del dolore è più acuta nel sesso femminile, a perché in generale tendiamo a focalizzare la nostra attenzione in modo più intenso e frequente del genere maschile sui segnali lanciati dal nostro corpo. Inoltre, ultimo ma non ultimo, le donne sarebbero più colpite, in generale, da patologie di tipo cronico.

    Almeno, stando ai dati di uno studio spagnolo condotto dalla Agència de Salut Pùblica di Barcellona, che ha coinvolto un campione di 29mila individui di entrambi i sessi e diverse età in una indagine basata su delle interviste. Le risposte ottenute sono poi state incrociate con i dati di un precedente studio del 2006 sullo stato generale di salute pubblica in Spagna.

    Il campione era suddiviso per fasce di età (16-24 anni e persone più mature) e doveva valutare il proprio stato di salute nell’ultimo anno secondo dei parametri che andavano da un giudizio decisamente positivo a uno assai scarso. Secondo il sondaggio, la percentuale di donne che considerava non buone le proprie condizioni di salute era pari ad una percentuale del 38,8%, contro il 27% dei maschi.

    Ma il dato che i ricercatori hanno giudicato più significativo (come forbice tra i sessi) è quello relativo alla percezione del dolore: il 25,7% del campione femminile lamentava sofferenze croniche contro il 19,3% del campione maschile.

    Questo sarebbe dovuto proprio alla maggiore incidenza di malattie croniche dolorose (come fibromialgia, problemi ossei e articolari, mal di testa, colite) a carico della parte femminile della popolazione, senza contare i disturbi collegati con il ciclo mestruale. Secondo lo studio, perciò, la maggiore tendenza della donne alla “lamentela” sarebbe dovuta ad una oggettiva peggiore condizione generale di salute. E dire che siamo anche più longeve