NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sintomi diabete: come riconoscerli

Sintomi diabete: come riconoscerli
da in Diabete, Esami, In Evidenza, Malattie, Prevenzione, Sintomi, glicemia
Ultimo aggiornamento:

    diabete iperglicemia

    Oggi parliamo di sintomi deldiabete, una patologia cronica caratterizzata da iperglicemia (elevati livelli di glucosio nel sangue) dovuta a un’anomalia nella produzione o nella funzione dell’insulina. L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas, che permette al glucosio di entrare nelle cellule per fornire energia. Se questo meccanismo si altera, il glucosio può accumularsi in maniera anomala nel sangue, dando origine ai tipici sintomi del diabete. Ma prima di parlare di come si manifesta il disturbo, scopriamo insieme quali sono le cause e i fattori di rischio accertati.

    Cause del diabete

    La tipologia più comune di diabete è il diabete di tipo 2, che rappresenta oltre il 90 per cento dei casi. Le cause di questa variante della malattia non sono ancora note, è certo però che la produzione di insulina da parte del pancreas rimane inalterata, ma le cellule dell’organismo non riescono poi a sfruttare l’ormone come dovrebbero. Se le cause sono ignote, grazie alla ricerca scientifica sono stati identificati i più importanti fattori di rischio. In particolare, sappiamo che il disturbo colpisce prevalentemente i soggetti tra i 30 e 40 anni di età e possono influire il fattore familiare/ereditario (il 40% dei malati ha un parente di primo grado affetto da diabete di tipo 2), lo scarso esercizio fisico , i chili in eccesso e l’appartenenza ad alcune etnie a rischio.

    Sintomi del diabete

    L’iperglicemia, tipica del diabete, si sviluppa in modo graduale anno dopo anno. Per questo la patologia può non presentare sintomi evidenti anche per molto tempo. Spesso il diabete viene diagnosticato per puro caso, in concomitanza con una visita medica effettuata per altri motivi. Viste queste premesse, per evitare di mettere a serio rischio la salute, è bene effettuare un semplice esame del sangue a digiuno almeno una volta l’anno, per identificare un’eventuale alterazione dei livelli di glicemia. Questo test diagnostico è raccomandabile soprattutto in presenta dei fattori di rischio descritti nel paragrafo precedente, oppure nel caso si presentino alcuni dei seguenti sintomi:

    Altri sintomi più subdoli sono gli occhi irritati, le vertigini, la secchezza delle fauci, la pelle poco elastica e il formicolio persistente alle mani e ai piedi causato da un’irritazione dei nervi per gli elevati livelli di glucosio nel sangue.

    Se in questo articolo non avete trovato tutte le informazioni che stavate cercando, vi consiglio di dare un’occhiata agli altri post sul diabete:

    Diabete: cos’è, come si cura e perchè colpisce
    Diabete: il caffé dopo pranzo diminuisce il rischio
    Diabete: il riso integrale riduce il rischio del 36%
    Diabete: un test per scoprire se si rischia un ictus

    678

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DiabeteEsamiIn EvidenzaMalattiePrevenzioneSintomiglicemia
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI