Natale 2016

Sintomi della menopausa: quali sono e come riconoscerli

Sintomi della menopausa: quali sono e come riconoscerli
da in Approfondimenti, Malattie Cardiache, Menopausa, Ossa, Prevenzione, anomalie mestruazioni, menopausa precoce
Ultimo aggiornamento:

    sintomi della menopausa

    Quali sono i sintomi iniziali della menopausa? La menopausa coincide con la cessazione permanente delle mestruazioni, a causa dell’esaurimento della normale attività dei follicoli nelle ovaie femminili. L’età media in cui si verifica la menopausa è di 51 anni, ma i primi sintomi possono cominciare anche diversi anni prima per acuirsi con il tempo. La menopausa è diversa da donna a donna, i disturbi e le sensazioni, infatti, sono differenti per ognuna, c’è chi non si accorge dei cambiamenti che stanno avvenendo, e chi, invece lamenta disturbi più o meno fastidiosi.

    Sta di fatto che le modificazioni ormonali che caratterizzano questo periodo determinano una serie di problemi come l’osteoporosi e le malattie cardiovascolari. Sebbene ogni donna rappresenti un universo a parte, si sono alcuni sintomi comuni.


    sintomi della menopausa riconoscerli

    Tra i segni più precoci ci sono le classiche vampate di calore, le sudorazioni notturne, le palpitazioni, le cefalee, l’ansietà, l’insonnia, l’irritabilità e le alterazioni mestruali (cicli più brevi e frequenti, o al contrario più lunghi e abbondanti), prima di andare in menopausa, infatti, si può saltare anche qualche mese di mestruazione, indice del fatto che gli estrogeni e il progesterone, che regolano il ciclo mestruale, iniziano a diminuire.

    Le ripercussioni estetiche come l’aumento del peso corporeo e della secchezza di capelli e della pelle, che diventa sempre meno elastica e rugosa a causa della riduzione del collagene e di elastina, si presentano invece più tardivamente. Tra i sintomi ad insorgenza intermedia, ci sono invece l’aumento del pH vaginale e disturbi urinari come l’incontinenza (soprattutto sotto sforzo, ad esempio quando si fa uno starnuto) a causa di modificazioni a carico della vescica e dell’uretra.

    Anche i dolori ossei sono disturbi abbastanza frequenti, indice di un certo rilassamento muscolare, soprattutto dei muscoli della colonna vertebrale, ma si può rimediare facendo un’attività sportiva. Alcune donne lamentano una minor attività delle ghiandole sudoripare, di quelle salivari del condotto nasale.

    Con la diminuzione degli estrogeni, quei pochi ormoni maschili prodotti anche dalle donne possono prendere il sopravvento e qualche donna vede comparire una certa peluria sul mento. Come i capelli, anche le unghie possono indebolirsi, spezzandosi più facilmente, mentre il seno, a causa della scomparsa del tessuto ghiandolare, può diventare più piccolo e meno tonico.
    Inoltre, alcune donne, riferiscono la comparsa della pancia, che diventa più evidente e pronunciata.

    Per contrastare gli effetti indesidearti, occorre tenere sotto controllo l’alimentazione e e lo stile di vita in generale, evitando la sedentarietà, che predispone alle fratture e alle malattie cardiovascolari, il consumo eccessivo di alcolici e superalcolici, così come sarebbe da bandire l’abitudine di fumare, che anticipa la comparsa della menopausa anche di 2 anni, poiché favorisce l’arresto della funzione ovarica.

    Se sei interessata ad approfondire questo argomento, ti consiglio di leggere anche questi articoli:

    Menopausa: l’agopuntura per combattere le vampate

    Menopausa: un’alimentazione inadeguata può causare anemia

    Menopausa precoce: cause, sintomi e terapie

    694

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ApprofondimentiMalattie CardiacheMenopausaOssaPrevenzioneanomalie mestruazionimenopausa precoce

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI