Sindrome delle gambe senza riposo: i rimedi naturali

La sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo prettamente femminile determinato da movimenti incontrollati delle gambe e la necessità di muoverle, specie di notte. Si tratta infatti di un disturbo del sonno in grado di peggiorare gradualmente la qualità della vita di una donna, anche in gravidanza. Per curare il problema ci si affida spesso a rimedi naturali e a semplici accorgimenti.

da , il

    Sindrome delle gambe senza riposo: i rimedi naturali

    Quali sono i rimedi naturali utili per curare la sindrome delle gambe senza riposo? Difficilmente diagnosticato, la sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo che interferisce negativamente sia con la qualità del sonno sia con la qualità di vita. Nella maggior parte dei casi, colpisce circa il 3-9% della popolazione, con una prevalenza più importante nelle donne di età compresa tra i 40 e i 60 anni. In genere, peggiora con l’avanzare dell’età, ma essendo di natura ereditaria i primi sintomi possono manifestarsi già a 20 anni. Cerchiamo di capire meglio di che cosa si tratta.

    Cos’è la sindrome delle gambe senza riposo

    Molte donne la sottovalutano, ma la sindrome delle gambe senza riposo è considerata un disturbo del sonno e quindi una malattia di tipo neurologico, determinata dal sistema nervoso.

    I sintomi caratteristici associati a questa particolare malattia sono ancora poco chiari, poiché difficilmente i soggetti che ne soffrono sono in grado di descriverli. Tuttavia, per gli esperti sono tre i fenomeni più comuni alla base del problema:

    • disturbi di sensibilità agli arti inferiori
    • movimenti involontari delle gambe, talvolta anche delle braccia
    • impellente necessità di muovere le gambe per aver un immediato, ma temporaneo, sollievo dalla smania alle gambe

    In pratica, la caratteristica principale di questo disturbo riguarda l’incontrollabile e urgente bisogno di muovere gli arti inferiori. Un’urgenza che può essere accompagnata da una serie di altri sintomi, come formicolio, prurito e crampi.

    Il disturbo delle gambe senza riposo si presenta soprattutto nelle ore serali, ovvero in quelle che precedono il sonno, perchè caratterizzate dal rilassamento muscolare. Inoltre, peggiora durante la notte, con una serie di conseguenze spiacevoli, come la difficoltà ad addormentarsi o a riposare in modo tranquillo. Essendo prerogativa quasi esclusiva delle donne, la sindrome delle gambe senza riposo può presentarsi anche in gravidanza.

    Cause più frequenti

    Nonostante le cause della sindrome delle gambe senza riposo non siano ancora completamente certe, secondo gli esperti un’ampia percentuale di responsabilità è attribuita alla dopamina. In particolare, all’origine del problema potrebbe esserci una disfunzione cerebrale del sistema dopaminergico centrale.

    Questo sistema, come si intuisce dal nome, controlla il rilascio della dopamina, una sostanza chimica prodotta dall’organismo in grado di trasmettere i segnali fra le cellule nervose deputate al controllo del movimento e della coordinazione. Se il rilascio della dopamina è alterato, può accadere che vengano inviati al sistema nervoso centrale dei segnali di movimento delle gambe, in un momento normalmente destinato al riposo.

    Tra i fattori coinvolti, nel 60% dei casi si ha un’origine familiare, mentre nel resto delle pazienti si sottolineano delle carenze nutrizionali, soprattutto di vitamine e ferro. Tuttavia, anche altre patologie gravi possono essere coinvolte nella manifestazione del fastidio alle gambe senza riposo, tra cui:

    Rimedi naturali

    Non esiste una terapia completamente risolutiva per la sindrome delle gambe senza riposo. Innanzitutto, se conosciute, vanno eliminate le cause scatenanti per alleviare i sintomi, ad esempio correggendo e/o modificando la dieta con degli integratori alimentari specifici. In secondo luogo, è importante rivolgersi sempre al proprio medico per indagare il problema più in dettaglio.

    Quando non è possibile individuare una causa precisa, il trattamento si concentra sulla modificazione dello stile di vita del paziente. Tra i rimedi naturali, utili per migliorare il disturbo ma non per curarlo definitivamente, sono disponibili dei prodotti fitoterapici rilassanti e calmanti, come la camomilla, valeriana, la melissa, la passiflora e l’iperico. Inoltre, devono essere seguite alcune abitudini, che possono migliorare sensibilmente la situazione. Ecco le principali:

    • Durante un attacco notturno, se non si riesce a dormire è bene non rimanere a letto. viene anzi consigliato di alzarsi, leggere un libro o prepararsi una tisana;
    • Da evitare, prima di andare a letto, le docce fredde che possono avere un effetto eccitante, così come l’assunzione di cibi o bevande contenenti caffeina. Bandito anche l’alcol e il fumo;
    • Particolarmente utili ai fini della terapia può risultare eseguire quotidianamente degli esercizi di stretching, dei massaggi specifici e dei bagni caldi, in grado di rilassare la muscolatura delle gambe;
    • Molto importante è adottare un ciclo regolare di sonno e veglia: andare a dormire e alzarsi sempre alla stessa ora per tutta la settimana, così da equilibrare le principali funzioni del corpo;
    • L’integrazione di generose dosi di acido folico e vitamina B12 durante la gravidanza, aiuta ad alleviare il dolore a livello degli arti delle future madri affette dalla sindrome delle gambe senza riposo;
    • Nonostante l’alimentazione non ricopra un ruolo principale nella cura della sindrome delle gambe senza riposo, viene consigliato comunque di seguire una dieta sana e bilanciata, ricca di frutta, verdure e di alimenti contenenti il ferro.

    Dolcetto o scherzetto?