San Valentino è anche il protettore di chi soffre di epilessia

da , il

    san Valentino protettore persone affette epilessia

    San Valentino è la festa degli innamorati: un evento celebrato ovunque e con i soliti riti più o meno romantici. Ma San Valentino è anche il santo protettore delle persone che soffrono di epilessia. E’ per questo che domani, 14 febbraio a Roma alle ore 17.30 presso la Libreria Mondadori in via Piave 18, si parlerà di questa malattia. In un modo particolare però: ci sarà la presentazione del libro “Sara e le sbiruline di Emily”.

    Si tratta di una storia speciale scritta da una mamma Rachele Giacalone, per raccontare la quotidianità della sua bimba affetta da epilessia infantile, con quella grazie e sensibilità che solo una donna madre può avere: le sbiruline sono le crisi epilettiche e l’obiettivo del libro è spiegare, con parole comprensibili a tutti i genitori ed insegnanti, ma soprattutto ai bambini, come gestirle e non averne paura. I nostri figli hanno necessità che certe cose gli siano spiegate, non nascoste, altrimenti subentra l’ansia, il terrore per ciò che non è conosciuto e compreso. Ed ecco che una mamma ha reso le cose più semplici, spiegando la malattia con un racconto dal linguaggio giocoso ed illustrazioni semplici.

    Il libro è distribuito in forma gratuita e da domani sarà anche scaricabile una versione per iPad dal sito iwebmaster. Questo progetto ha avuto il patrocinio della LICE (Lega Italiana Lotta Epilessia) ed è stato realizzato con i contributi di Poste Italiane, Fondazione Cattolica Assicurazioni, INM-Neuromed I.R.C.C.S , Pfizer. In Italia i pazienti affetti da epilessia sono circa cinquecentomila. 30.000 le nuove diagnosi ogni anno. Eppure esiste ancora un grande stigma nei confronti di questa patologia. In molti passeranno un bel San Valentino tra cene afrodisiache e baci. Ma la Festa degli innamorati sarà veramente unica per mamma Rachele e la sua bimba: anche la loro è una storia d’amore.