Salute in Europa: meno fumo e alcol, cresce il tasso di obesità

da , il

    europei fumano bevono

    Rispetto al 1980, gli europei vivono di più, fumano e bevono di meno, ma sono più grassi. E’ quanto emerso dal rapporto Ocse “Health at a Glance: Europe 2010”, che ha preso in considerazione i cittadini dei 27 paesi dell’UE più l’Islanda, la Svizzera, la Turchia e la Norvegia. Negli ultimi trent’anni l’aspettativa di vita alla nascita è cresciuta di ben 6 anni, fino a raggiungere nel 2007 la media dei 78 anni (74,3 anni per gli uomini, 80,8 anni per le donne).

    Gli stati europei dove si vive più a lungo sono la Francia per le donne (84,4 anni) e la Svezia per gli uomini (78,8 anni). Le nazioni con la più bassa aspettativa di vita sono, invece, la Romania per le donne (76,2 anni) e la Lituania per gli uomini (65 anni).

    Grazie alle numerose campagne di sensibilizzazione, nell’arco degli ultimi tre decenni, il consumo di alcol e sigarette è diminuito drasticamente. Per quanto riguarda il tasso di tabagismo, le nazioni che si sono comportate meglio sono la Svezia e l’Islanda, dove attualmente meno del 20% della popolazione accende almeno una sigaretta al giorno (contro il 30% degli anni ‘80). Un po’ indietro la Grecia, dove ancora oggi fuma il 40% della popolazione adulta.

    Il consumo di alcol è calato soprattutto nelle tre nazioni dove viene prodotto più vino (Italia, Francia e Spagna), mentre è aumentato in Irlanda, Regno Unito e Islanda.

    La cattiva notizia riguarda il tasso di persone obese in sovrappeso, che dal 1980 ad oggi è addirittura raddoppiato, raggiungendo la punta storica del 15,5%. La nazioni più “in forma” sono la Romania, la Svizzera e l’Italia, mentre quelle dove vive il maggior numero di obesi sono Gran Bretagna, Islanda, Irlanda e Malta.