Renato Balduzzi, nuovo Ministro della Salute: giurista esperto di sanità

da , il

    renato balduzzi ministro salute

    Il nuovo Ministro della Salute si chiama Renato Balduzzi, ha 57 anni ed è nativo di Voghera. Ieri mattina il passaggio di consegne con Ferruccio Fazio, che già nei giorni precedenti si era detto contento di tornare a fare il medico, benché felice dell’esperienza in forza al Governo: in qualche modo anche il Ministro uscente era un “tecnico”, proprio come Balduzzi. In neo ministro non è un chirurgo o un oncologo di fama internazionale (come Veronesi, citato inizialmente tra i papabili), ma uno dei maggiori giuristi esperti di sanità che abbiamo in Italia. Di area cattolica, ha ricoperto in questo senso nel corso degli anni numerosi ruoli e realizzato altrettante pubblicazioni.

    Di particolare rilevanza la sua presidenza, dal 2007 a tutt’oggi, dell’AGENAS, l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari regionali. Si tratta di un ente che lavora per le Regioni, conducendo analisi, studi e ricerche atte alla migliore collaborazione tra queste ed il Governo in fatto di salute. Prima ancora però nel 1999 è stato consulente del Ministro della Salute Rosy Bindi, ed è tra gli ideatori della riforma attualmente in vigore, quella che ha sostanzialmente distribuito le responsabilità del Servizio Sanitario Nazionale nelle varie Regioni e che ha stabilito l’esclusività professionale dei medici lavoratori del servizio pubblico introducendo l’intramoenia.

    Tutto ciò dovrebbe far ben sperare in un cambiamento di rotta della nostra sanità pubblica, che si trova ormai quasi ovunque, tranne qualche raro caso di eccellenza, ormai sull’orlo del baratro, proprio a causa dei tagli dei finanziamenti alle Regioni. Senza pensare al ticket di 10 euro per le prestazioni sanitarie. Speriamo in bene ed auguriamo al ministro e ai suoi collaboratori, un buon lavoro.

    Dolcetto o scherzetto?