Rapporti dopo il parto: darsi i giusti tempi

da , il

    Sesso dopo il parto

    Sesso dopo il parto? L’ultima cosa che può venire in mente ad una neo-mamma. Oggettivamente c’è un’attenzione particolare al bambino: sembra impossibile distogliere il pensiero da lui, ma un ruolo determinante lo gioca anche la stanchezza. Nottate passate ad allattare, visite quotidiane di parenti ed amici, nonni troppo presenti (poi ci sarà modo di rendersi conto della loro importanza), pannolini e faccende domestiche, decisamente snervano. Addirittura i papà, soprattutto quelli molto partecipi risentono di una certa spossatezza.

    Per loro comunque non gioca un ruolo determinante il crollo degli estrogeni, che invece colpisce le mamme. Capita spesso dopo il parto di cambiare atteggiamento nei confronti della sessualità. Almeno per il primo periodo. Di fatto però, sarà il ginecologo a consigliare di attendere un po’….se mai a qualcuna venisse in mente di porgli la domanda!

    Dal punto di vista fisiologico, è meglio aspettare 3 o 4 settimane, o comunque la scomparsa delle “lochiazioni”, quelle perdite ematiche simili alle mestruazioni e tipiche del post-parto. In questo periodo è infatti più probabile contrarre infezioni vaginali. Meglio evitare no?

    C’è poi il discorso della paura inconscia del dolore, soprattutto se si è subito un cesareo o peggio un’episiotomia (il taglio che si fa per favorire l’espulsione nel parto fisiologico!). In questi casi, la donna può involontariamente contrarre la muscolatura e sentire dolore durante la penetrazione.

    Spesso però è la stessa episiotomia, non ben rimarginata a dare una vera sofferenza fisica. Nel giro di un mesetto comunque passa. Un altro disturbo frequente e fisiologico che può complicare i rapporti sessuali è la secchezza vaginale. Capita. Il ginecologo, dovrà essere un punto di riferimento dopo il parto, esattamente come lo è stato durante la gravidanza.

    In questo caso potrà consigliare una crema o un gel lubrificante, ma soprattutto dovrà controllare che tutto sia ok. Care mamme, non cominciate a trascurarvi. Il vostro bambino avrà bisogno di voi.

    C’è un altro aspetto fondamentale che non va trascurato. Il corpo con la gravidanza è cambiato. Ci vorrà un po’ di tempo per farlo tornare come prima e spesso le donne non si sentono desiderabili. Amiche: fate decidere al vostro compagno! Non fasciatevi la testa prima del tempo e puntate sulla nuova situazione: non avete più un ingombrante pancione!

    A proposito dei papà: oltre la stanchezza di cui sopra, non dimentichiamo che anche loro hanno una certa suscettibilità emotiva (….va bene, non proprio tutti…). Può essere difficile riconoscere nella mamma premurosa che hanno davanti, la loro compagna di letto. Pensiamo ad esempio al seno, che da simbolo erotico diventa fonte di nutrimento del nuovo arrivato.

    Per non parlare di quelli che hanno assistito al parto senza un’adeguata preparazione e sono rimasti sotto shock! Tutto passerà. La sessualità è fondamentale in una coppia. Anche se si tratta di genitori. Per quel momento occorre stabilire la giusta contraccezione: l’ovulazione può iniziare prima che torni il ciclo mestruale.

    Foto da:

    www.psicozoo.it

    Dolcetto o scherzetto?