Ragazza stroncata da una setticemia, mentre veniva spedita da un ospedale all’altro

da , il

    muore setticemia trasferita da ospedale allaltro in ambulanza

    Si chiamava Carmen ed aveva solo 24 anni, tutta una vita davanti che ora non c’è più. Era un’istruttrice di nuoto, dunque una ragazza sportiva ed in forma. E’ morta, probabile setticemia, dopo essere stata spedita da un’ospedale all’altro. E’ accaduto a Taranto. Provo a raccontarvi la sua odissea che sembra assurda, benché ricordi purtroppo altri numerosi casi. Aveva la febbre molto alta ed i suoi familiari accorisi della gravità della situazione hanno chiamato il 118 ed un’ambulanza ha condotto la fanciulla presso il pronto soccorso del Marianna Giannuzzi di Manduria.

    Qui è stata visitata e sottoposta ad accertamenti diagnostici (in tutto circa due ore): è stato controllato il cuore, è stata fatta una radiologia al torace ed esami del sangue. Purtroppo però non bastavano per comprendere fino in fondo, per avere una diagnosi certa ed attrezzarsi con una terapia mirata: i medici hanno ritenuto, data la gravità dei sintomi di trasferire la ragazza presso un’altra struttura sanitaria: era necessaria una visita ginecologica e purtroppo, lì al Giannuzzi i ginecologi non ci sono più da qualche tempo, anzi, visto che erano pochi, è stato proprio chiuso il reparto. Così in ambulanza Carmen è stata trasportata d’urgenza presso l’Ospedale di Grottaglie.

    Anche questo passo non è però bastato e la ventiquattrenne sempre più grave è stata spedita altrove: presso il Santissima Annunziata di Taranto, dove finalmente si è giunti ad un’ipotesi: il problema era di origine ematologica, visto che tutti i valori del sangue erano sballati. L’aggravamento e la necessità di cure migliori (o non saprei cosa) ed il trasferimento sempre tramite ambulanza all’ospedale Moscati di Taranto, dove è stata ricoverata nel reparto di ematologia. La giovane istruttrice di nuoto è rimasta sempre cosciente in tutto questo peregrinare, chissà cosa ha pensato, se si rendeva conto che la stavano facendo morire.

    E’ successo nella notte tra venerdì e sabato. Oggi l’autopsia per capire effettivamente la causa del suo malessere: probabile setticemia, forse leucemia fulminante. Anno 2011: un’autopsia per avere una diagnosi? Non riesco a comprendere queste assurdità.

    Foto: Luca280668