NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Raffreddore e omeopatia: i rimedi naturali efficaci

Raffreddore e omeopatia: i rimedi naturali efficaci

Il raffreddore è uno dei malanni di stagione più comuni, ma per fortuna esistono dei rimedi naturali omeopatici

da in Omeopatia, Raffreddore, Rimedi naturali
Ultimo aggiornamento: Lunedì 28/12/2015 15:17

    Raffreddore e omeopatia: i rimedi naturali efficaci

    Il raffreddore è un’infezione di tipo virale che interessa le prime vie respiratorie, caratterizzato soprattutto da naso chiuso cui segue la fuoriuscita di muco, ma anche da occhi che lacrimano, starnuti, sensazione di stanchezza e mal di testa. E se volessimo curarlo scegliendo fra rimedi naturali efficaci? Ecco allora venirci in aiuto l’omeopatia, che utilizza farmaci che agiscono secondo la “Legge di Similitudine”, ossia il simile cura il simile.

    I rimedi naturali omeopatici per curare il raffreddore

    Il raffreddore comune è una delle patologie più diffuse e frequenti, ma la molteplicità dei virus che lo causano ha impedito alla medicina di sviluppare un vaccino efficace. Con le cure omeopatiche si possono alleviare i sintomi del raffreddore e si può promuovere un processo di guarigione, evitando gli effetti collaterali delle medicine tradizionali. I rimedi naturali omeopatici per curare il raffreddore vengono scelti per trattare sintomi specifici che ogni individuo può manifestare, scelti anche in funzione del momento in cui si inizia ad utilizzare il rimedio, perchè alcune cure omeopatiche funzionano meglio durante le fasi iniziali, mentre altre sono più efficaci nelle ultime.

    Per stimolare le difese immunitarie e prevenire il raffreddore:
    • China officinalis 9CH – 3 granuli 3 volte al dì.
    Oscillococcinum 200 CH – 1 dose a settimana, da settembre a marzo.
    • Ribes nigrum 5CH – 3 granuli 3 volte al dì.

    Per la fase iniziale del raffreddore (primi sintomi):
    • Aconitum napellus 5CH – 3 granuli ogni 3 ore (3 volte al dì).
    • Camphora 4CH – 3 granuli ogni 3 ore.
    • Nux vomica 9CH – 3 granuli 2 volte al dì.

    Per la seconda fase del raffreddore (fluente):
    • Arsenicum album 4CH – 3 granuli ogni 3 ore (3 volte al dì).
    • Arum triphyllum 5CH – 3 granuli ogni 3 ore.
    • Bryonia alba 5CH – 3 granuli 3 volte al dì.
    • Kali chloratum 15CH – 3 granuli 3 volte al dì.
    • Sabadilla officinalis 5CH – 3 granuli ogni 3 ore.
    • Sanguinarinum nitricum

    Per la terza fase del raffreddore (prolungato):
    • Pulsatilla nigricans 5CH – 3 granuli 3-4 volte al dì.
    • Mercurius solubilis 6CH – 3 granuli 3 volte al dì.
    • Sulphur 7CH – 3 granuli da 1 a 3 volte al dì.

    In caso di febbre e acuti sintomi influenzali, oltre al raffreddore:
    • Apis 7CH – 3 granuli 3-6 volte al dì.
    • Belladonna 4CH – 3 granuli 3 volte al dì.
    • Eupatorium perfoliatum 7CH – 3 granuli 2 volte al dì.

    Come assumere i rimedi omeopatici

    La posologia è espressa in granuli, che sono piccole sfere di lattosio, impregnate della sostanza medicinale omeopatica diluita e contenute in un tubo, e sono adatti per essere assunti più volte al giorno. Le lettere CH denotano il metodo utilizzato cui è stata sottoposta la sostanza iniziale, ossia diluizione centesimale secondo il metodo di Hahnemann. I granuli non vanno toccati con le mani poiché il principio attivo viene spruzzato sugli stessi e il toccarlo con le dita potrebbe alterarlo; è sufficiente lasciar sciogliere sotto la lingua il contenuto lontano dai pasti, circa 5 minuti prima o 15 minuti dopo aver mangiato, ricordando che la bocca deve essere pulita. In caso di raffreddore consigliamo la lettura anche dei 5 consigli utili contro il raffreddore.

    784

    PIÙ POPOLARI