Punture di zanzara: rimedi naturali per trovare sollievo

da , il

    punture insetti rimedi zanzare

    Punture di zanzara, il peggiore incubo delle giornate e delle serate estive. I rimedi naturali per trovare sollievo? Esistono, eccome. Se la varietà di repellenti, creme, gel e spray lenitivi a base di sostanze chimiche è ampia, anche quando la scelta è 100% naturale c’è un vasto ventaglio di opzioni possibili. Dalle erbe più famose, note per la loro azione antibatterica, antinfiammatoria, calmante e lenitiva, fino ai più tradizionali rimedi della nonna, ecco qualche esempio.

    Un po’ di prevenzione

    Prima di conoscere gli alleati naturali migliori per lenire i fastidi delle punture di zanzara, qualche consiglio utile per la prevenzione. Innanzitutto, no ai profumi, alle creme e ai deodoranti dall’aroma forte e invasivo che rischia di fungere da richiamo per gli insetti. Sì agli abiti chiari, di tessuti naturali e traspiranti, come cotone e lino. No all’umidità e ai ristagni di acqua, che sono l’habitat perfetto per attirare zanzare e insetti di vario genere.

    Inoltre, è bene ricordare che si possono sfruttare con successo, come principi attivi per repellenti cutanei o ambientali, anche estratti naturali. Alcuni esempi? L’olio essenziale di citronella e di geranio, piante dall’aroma particolarmente sgradito agli insetti, in grado di tenerli alla larga.

    I rimedi naturali più utili

    Naturali e garantiti “dalla nonna”, alcuni facili rimedi contro le punture di zanzara, per alleviare istantaneamente, o quasi il prurito e il fastidio. L’acqua fredda (tamponare con un batuffolo imbevuto d’acqua fredda la puntura) o un cubetto di ghiaccio (avvolto in un panno di cotone) sul pomfo arrossatto provocato dall’aggressione dell’odioso insetto, grazie all’azione vasocostrittiva delle basse temperature, possono garantire una buona dose di sollievo.

    Ottima, tra le risorse offerte dalla natura, l’aloe vera: basta predere il gel dalle foglie situate alla base della pianta, che abbia almeno due anni e mezzo, e cospargere la puntura per ottenere un effetto rinfrescante, lenitivo e calmante quasi immediato.

    Il tea tree, sotto forma di crema lenitiva o di olio essenziale, può assicurare un effetto calmante e antinfiammatorio prezioso. Dalle proprietà lenitive, ma anche antibatteriche e antifinfiammatorie, le preparazioni erboristiche, sotto forma di creme, gel o oli essenziali, a base di malva, calendula e lavanda. Calmanti, perfette per ridurre il fastidioso prurito, anche le creme a base di camomilla e di avena, così come l’olio di mandorle e di borragine, dall’azione calmante, lenitiva e antipruriginosa.