Puntura di pulce: effetti, rimedi e terapia

Anche l'uomo può essere vittima della puntura di pulce, seppur raramente. Questo parassita non causa evidenti sintomi cutanei con il suo morso ma, in certi casi, può provocare effetti imprevedibili a causa di allergie e agenti patogeni. Per eliminare le pulci, sono diversi i rimedi utili in grado di debellare definitivamente il problema ed è quindi importante conoscere come comportarsi in presenza di questi insetti.

da , il

    Puntura di pulce: effetti, rimedi e terapia

    Quali sono gli effetti, i rimedi e la terapia per la puntura di pulce? Può sembrare strano, e forse irreale, ma anche l’uomo può avere le pulci. Gli insetti che normalmente vivono nella pelliccia di cani e gatti, non trovano la superficie cutanea dell’uomo un ambiente ideale per cibarsi e prolificare, perchè necessitano di un fitto strato di pelo per sopravvivere. Tuttavia, se ne hanno la possibilità, possono annidarsi sul cuoio capelluto e qui cominciare a pungere. Inoltre, c’è una particolare tipologia di pulce, la Pulex irritans, che preferisce soprattutto nutrirsi di sangue umano e suino, senza disdegnare altri animali come topi, pipistrelli, scimmie, uccelli, cani e gatti.

    Caratteristiche delle pulci

    Le pulci sono animali di piccole dimensioni, totalmente privi di ali ma con zampe molto resistenti in grado di fare salti di notevole altezza, che usano per spostarsi da un ospite all’altro.

    Possono costituire un problema per il cane o il gatto di casa durante tutto l’anno, considerato che gli ambienti domestici riscaldati rappresentano per questi parassiti un habitat ideale nei mesi invernali. Tuttavia, la “stagione delle pulci” andrebbe tipicamente dall’inizio della primavera alla fine dell’estate.

    Fra le specie di pulci più comuni si possono citare la Ctenocephalides felis, il parassita del gatto, la Ctenocephalides canis, il parassita del cane, e la già citata Pulex irritans, il parassita dell’uomo. Nonostante ogni specie abbia la propria pulce, si possono trovare i parassiti del cane sul gatto o sull’uomo, e viceversa, per necessità di sopravvivenza.

    Le pulci dell’uomo possono riconoscersi da quelle degli altri animali per alcune caratteristiche fondamentali, tra cui:

    Pulex irritansAltre pulci
    La sua lunghezza varia da un millimetro a tre millimetriSono più piccole
    È di colore nero oppure marrone molto scuroSono di colore marrone chiaro
    Hanno poche setole in prossimità della boccaPresentano molte setole nella bocca
    Ha il corpo allungato che ricorda la forma di una lacrimaSono più piccole e tozze
    Si sposta su braccia e gambe e poco in testaTendono a pungere sempre nella stessa zona soprattutto sul cuoio capelluto

    Effetti visibili della puntura

    Gli effetti della puntura di pulce sono visibili solo in prossimità della zona interessata. In molti casi, una singola pulce punge due o tre volte nella stessa zona alla ricerca di sangue e per questo i sintomi possono sembrare più accentuati.

    Tra i sintomi principali che fungono da campanello d’allarme per le punture di pulci citiamo soprattutto:

    • rossore
    • papule erimatose
    • leggero gonfiore
    • prurito

    Nella maggior parte dei casi, i sintomi della puntura di una pulce non vanno oltre a questi sopra citati e si riducono a un fastidioso problema da risolvere nel più beve tempo possibile. Tuttavia, c’è chi può essere allergico alla saliva della pulce rilasciata durante il morso e di conseguenza sviluppare i sintomi cutanei in modo più violento.

    Le punture di pulci infette possono anche essere vettori, o ospiti intermedi, nella trasmissione di Dypilidium caninum, cioè il verme parassita, e la Bartonella henselae, l’agente patogeno della malattia da graffio di gatto nell’uomo.

    Rimedi naturali

    Come spesso accade quando si vine punti da un insetto, è possibile ricorrere a dei rimedi naturali per ridurre i sintomi della puntura della pulce. Tra questi ricordiamo soprattutto i seguenti, facili da reperire in erboristeria, ma soprattutto disponibili quasi sempre nella propria dispensa:

    Basilico

    Per ridurre il forte prurito determinato dal morso della pulce si può strofinare del basilico sulla ferita. Anche l’olio di basilico si è dimostrato particolarmente efficace per ridurre questo tipo di sintomo.

    Farina d’avena

    È possibile preparare un miscuglio di farina d’avena e acqua per detergere la zona che è stata morsa dal pulce. È importante usare acqua tiepida altrimenti la pelle andrebbe a seccarsi eccessivamente.

    Calendula

    La calendula è una pianta dalle proprietà lenitive e, così come il basilico, si possono strofinare le sue foglie o applicare una crema alla calendula sulla puntura per alleviare il prurito.

    Cocco

    Anche in questo caso si può preparare un particolare rimedio tagliando a piccoli pezzi la polpa del cocco e frullandola accuratamente. Per ridurre la sintomatologia fastidiosa della puntura di pulce basta strofinare il composto a base di cocco direttamente sulla zona interessata, ripetendo l’applicazione almeno tre volte durante tutta la giornata.

    Tè verde o tè nero

    Per lavare la zona colpita dal morso di pulce si può preparare un infuso o semplicemente andare ad applicare le bustine umide direttamente sulla cute, alleviando così i sintomi di gonfiore e prurito in breve tempo.

    Echinacea

    L’echinacea è una pianta dalle svariate proprietà benefiche. Applicando una soluzione di echinacea con acqua calda e fiori, o anche la tintura madre della pianta, sulla puntura di pulce si può ridurre il prurito e il fastidio che ne derivano.

    Eliminare le pulci dall’uomo

    Per eliminare le pulci dall’uomo basterà un bagno ben caldo. L’acqua dovrà essere bollente ma comunque tollerabile che non generi ustioni. Per quanto riguarda il sapone, si consiglia generalmente di utilizzare il detersivo dei piatti, un prodotto non idoneo per lavaggi frequenti a causa dell’aggressività dei suoi ingredienti, che andranno a seccare la pelle, ma indicato per debellare questo genere di parassiti.

    Dopo aver riempito la vasca da bagno con acqua caldissima, è necessario, con l’aiuto di una spugnetta, detergere ogni centimetro della propria pelle, prestando particolare attenzione alle zone interdigitali, alla parte posteriore del collo e sopra le orecchie.

    I capelli andranno lavati con uno shampoo anti-parassiti, facilmente reperibile in farmacia, e pettinati con una spazzola dai denti strettissimi dalla radice fino alle punte. Sarà necessario ripetere l’operazione per due volte a settimana, fin a quando si avrà il sospetto delle pulci.

    Rimedi contro le pulci in casa

    Avere pulci in casa è l’incubo di chi possiede cani e gatti, non adeguatamente protetti contro i parassiti. Per eliminare il problema delle pulci in casa sono disponibili diversi prodotti ad azione disinfestante, facili da reperire al supermercato o nei negozi di animali e semplici da utilizzare negli ambienti domestici.

    I principi attivi usati in questi prodotti sono a bassa tossicità, come il piriproxifen, ma andranno comunque tenuti lontano da animali, mobili, e tessuti. La loro azione agisce sulle pulci adulte ma anche sulle larve e per questo sono prodotti utili per casa, macchina e piccoli ambienti.

    Terapia farmacologica

    La puntura di pulce, come abbiamo già detto prima, presenta sintomi lievi che guariscono spontaneamente in poco tempo. Non è quindi necessario sottoporsi ad una cura specifica.

    Diventa però importante rivolgersi al medico quando si è soggetti ad allergia e quindi a sintomi molto fastidiosi. In questo caso verrà prescritta una terapia farmacologica a base antistaminici, da assumere per via orale, e in grado di contrastare efficacemente la puntura di pulce e i suoi sintomi.