Psoriasi: in Italia arriva il primo studio sponsorizzato

da , il

    geni psoriasi

    In Italia è stato avviato il primo studio sponsorizzato nell’ambito della medicina di genere per verificare la diversa incidenza della psoriasi sugli uomini e sulle donne trattati con ciclosporina, un immunosoppressore comunemente impiegato nella cura delle malattie autoimmuni. La ricerca è stata avviata dalla Novartis, un’importante azienda del settore chimico-farmaceutico presente in oltre 140 paesi, impegnata nella ricerca di farmaci innovativi per la cura delle malattie. La psoriasi è una malattia malattia cronica, infiammatoria della pelle, caratterizzata da chiazze di pelle ispessita e arrossata, spesso coperta anche di scagliette.

    La psoriasi, anche se non provoca prurito, può influire in maniera negativa sulla vita del malato, tanto da compromettere i rapporti con gli altri. Inoltre, sembra che la birra possa favorire la comparsa della psoriasi nelle donne.

    La medicina di genere, è un settore innovativo della ricerca biomedica, che si propone di identificare i fattori che determinano lo sviluppo delle malattie dal punto di vista dell’efficacia e della tollerabilità delle terapie.

    Come ha spiegato Mark Never, l’amministratore delegato di Novartis:

    il nostro progetto si inserisce in una fase di crescente attenzione per i temi della medicina di genere, riconosciuta come risorsa per mettere a punto terapie farmacologiche sempre più appropriate, in quanto studiate in modo personalizzato per la donna e per l’uomo. Nel campo farmacologico, si legge nella nota della Novartis, gli aspetti di maggiore criticità legati alla medicina di genere riguardano i metodi utilizzati nelle sperimentazioni cliniche e la successiva analisi dei dati degli studi. Il predominio di una prospettiva al maschile, che sottovaluta le peculiarità della fisiologia femminile, potrebbe comportare il rischio di non considerare alcuni effetti dei farmaci sulle donne.

    Novartis Italia, infatti, intende dare il suo contributo alla ricerca sulle differenze di genere, raccogliendo le indicazioni che provengono dai più importanti istituzioni internazionali e nazionali.

    Lo studio di Novartis Italia, è stato presentato proprio all’inizio di febbraio e coinvolgerà i pazienti affetti da psoriasi sotto trattamento di ciclosporina, un importante immunosoppressore usato come strumento di controllo delle più diffuse malattie autoimmuni.

    Dolcetto o scherzetto?