Prurito alla testa: possibili cause e relativi rimedi

da , il

    Prurito alla testa

    Il prurito alla testa, quando l’istinto di grattarsi più che un leggero fastidio diventa una vera e propria esigenza. Quali sono le possibili cause? E i relativi rimedi? Ecco qualche informazione utile, una lista di papabili colpevoli e qualche soluzione ad hoc per evitare le spiacevoli conseguenze ed effetti collaterali del disturbo, che vanno dalla caduta dei capelli, al diradamento della chioma fino alla desquamazione evidente del cuoio capelluto.

    Le possibili cause

    La lista dei colpevoli più accreditati, dei responsabili più plausibili è decisamente più lunga di quanto si creda. Sempre che non si tratti di un episodio di prurito isolato e sporadico, è possibile che dietro a questo sintomo che spinge a grattarsi la testa ripetutamente e spesso anche energicamente ci possono essere alcune affezioni cutanee, come le semplici eruzioni o lacerazioni localizzate della pelle, la forfora o dermatite seborroica, l’eczema, i pidocchi, la follicolite, la psoriasi del cuoio capelluto.

    Da non escludere anche la dermatite responsabile del prurito come reazione allergica al contatto del cuoio capelluto con una sostanza irritante: basta utilizzare prodotti per la bellezza e l’igiene troppo aggressivi o contenenti sostanze allergizzanti per irritare la pelle e scatenare arrossamenti, bruciori e istinto irrefrenabile di grattarsi.

    Se al prurito si associa anche arrossamento e desquamazione cutanea, complice l’esposizione prolungata ai raggi solari, non è sottovalutare nemmeno la possibilità che l’origine dei sintomi sia una scottatura solare.

    Esistono poi eventualità più serie e complesse che vedono il prurito alla testa come la manifestazione, il sintomo, di altre malattie sistemiche. Appartengono a questa categoria di possibili cause, per esempio, il lupus e le disfunzioni della tiroide, come l’ipotiroidismo.

    Altri sintomi e rimedi utili

    Tra i sintomi correlati che possono accompagnare il prurito alla testa ci sono il bruciore, la formazione di pustole e piccole piaghe sul cuoio capelluto, la caduta dei capelli, l’arrossamento e l’infiammazione dolorosa della zona, lacerazioni ed eruzioni cutanee visibili.

    A ciascuna causa il suo rimedio ad hoc. Infatti, se per la dermatite seborroica che si manifesta in modo evidente con la forfora, basta scegliere prodotti per l’igiene specifici antiforfora, la psoriasi necessita di un trattamento più complesso di tipo farmacologico. Per tenere sotto controllo la dermatite da contatto, meglio selezionare con attenzione i prodotti utilizzati per lavare e trattare i capelli: meglio consultare il dermatologo e sottoporsi alle prove allergiche del caso per individuare gli agenti allergizzanti.