Proteggiamoci da malattie e infezioni lavandoci le mani, più spesso che possiamo

da , il

    Lavarsi le mani prevenzione malattie

    Prevenire malattie infezioni è meglio che curare, ma quando si parla di un gesto come lavarsi le mani, abituale, o che tale dovrebbe essere, ci viene sempre da scuotere la testa. “Ma figurati – pensiamo tra noi – magari bastassero acqua e sapone per non ammalarci, saremmo tutti sani come pesci”! Pensiamo, ma in realtà, siamo sicuri che la nostra igiene sia davvero sufficiente a garantirci la protezione da virus e batteri (magari killer) in giro per il mondo? Se facciamo mente locale, scopriamo che l’atto semplicissimo di mettere le nostre manine sotto l’acqua corrente del lavandino, insaponarle con sapone antibatterico e sciacquarle, non lo compiamo proprio esattamente tutte le volte che sarebbe auspicabile.

    Magari per pura a semplice fretta. Comunque, l’ennesimo studio sull’argomento, stavolta condotto dai ricercatori canadesi del Centro per la Salute e la Sicurezza, avvisa che il periodo della vacanze natalizie è particolarmente a rischio per la diffusione di malattie infettive contagiose, tra cui, naturalmente, l’influenza. Proprio come semplice misura preventiva, alla portata di tutti, grandi e specialmente bambini, lavarsi spesso le mani è il sistema migliore che abbiamo.

    “Lavare le mani correttamente – avvertono gli studiosi del Centro canadese – è il modo più efficace per prevenire la diffusione di infezioni. Potete diffondere certi germi (un termine generico che sta a indicare microbi come virus e batteri) toccando semplicemente un’altra persona, anche casualmente. Potete anche prendere germi quando toccate oggetti o superfici contaminate e poi toccare il vostro viso”.

    Naturalmente questo non significa che sia “sufficiente” come barriera contro ogni tipo di malattia e infezione virale o batterica, ma sicuramente parecchi guai ve li può evitare. Norme igieniche che devono anche essere seguite con un certo criterio, ad esempio, il sapone attivo (con la schiuma) sulle mani andrebbe lasciato agire almeno 20 secondi prima del risciacquo.

    Inoltre, si raccomanda particolare attenzione alla pulizia dopo aver manipolato carne cruda e pollame, dopo aver toccato animali anche domestici, dopo aver usufruito dei servizi igienici (dovunque siate), dopo ave viaggiato su mezzi pubblici, dopo aver starnutito o tossito e, infine, dopo aver curato persone ammalate. Se non è possibile avere acqua e sapone a disposizione, anche liquidi con percentuali alcoliche possono andare bene. Teniamolo a mente.